Raffaello – Villa Madama

Il 6 aprile 1520 a Roma mentre si svolgeva il processo formale contro Lutero che portò alla sua scomunica, moriva Raffaello.

Il Papa e la sua corte ne furono profondamente scossi e sembrarono dolersi più dello spegnersi con l’artista di tanti ambiziosi progetti che delle fortissime tensioni che stavano lacerando la Chiesa. Già Raffaello aveva avvertito, nell’ultimo periodo della sua vita, l’incrinarsi di quel mondo sereno alla ricerca di un’armonia conciliante a cui aveva dato egli stesso un contributo notevole costruendone l’immagine visibile più chiara e raffinata.

Sotto la Guida del potente cardinale e con il diretto interessamento di Leone X, Raffaello progettò una delle più grandiose ville del Rinascimento a nord di Roma nota come Villa Madama.

La progettazione del grande complesso, poi rimasto incompiuto, fu iniziata dal Sanzio nel 1517 ma ebbe il suo impianto definitivo solo nei 2 ani successivi. L’artista trasse ispirazione delle architetture dell’età imperiale, come la Villa Adriana a Tivoli, e dai testi antichi come le lettere in cui Plinio il Giovane descrive le sue ville al Tuscolo e a Laurento.

Raffaello ebbe come valido aiuto per la realizzazione di quest’opera Antonio da Sangallo, detto il Giovane per distinguerlo dall’omonimo zio anch’egli celebre architetto. Dell’intero progetto fu realizzata soltanto la parte verso nord, che comprende meno di metà del palazzo, e la sistemazione dei giardini dietro di esso, con la vasta terrazza che affaccia sulla peschiera. Caduto in abbandono, l’edificio è stato restaurato nel nostro secolo a più riprese e completato in alcune sue parti. Oggi è sede di rappresentanza del Ministero degli Esteri. L’ingresso attuale è collocato nell’esedra che avrebbe chiuso per metà il cortile circolare, mentre la facciata posteriore è completa e si apre sul giardino con la splendida loggia che costruisce l’ambiente più originale e interessante della villa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...