VIVETTA e il suo surrealismo

Vivetta Ponti è una giovane stilista, una donna dolcissima, ma altrettanto dinamica, pratica e forte.

Ha collaborato con molti brand, ma il 2008 è l’anno che segna un cambiamento decisivo nella sua vita professionale: Giorgio Armani le offre la possibilità di sfilare nel suo spazio di Via Bergognone durante la settimana della moda milanese.

Da lì si va in crescendo, le sue collezioni sono sempre pervase dal surrealismo e da qualcosa di inatteso.

Per il prossimo autunno/inverno Vivetta si ispira al personaggio di Ertè (Romain de Tirtoff): scultore, illustratore, costumista e scenografo del periodo Art Decò.

Ertè adorava l’Oriente e Vivetta cattura per la sua collezione ricami che all’Oriente riportano: fiori, colibrì e ramoscelli tipici delle stampe dei kimoni giapponesi.

In contrasto appaiono cappotti con ispirazioni militari, ma che riprendono personaggi protagonisti delle illustrazioni di Ertè.

In passerella scendono donne romantiche che ricordano immagini incantate.

Le forme richiamano gli anni ’70, i materiali spaziano dal velluto, alla lana, al tulle fino al cady di seta. Colori contrastanti in accostamenti forti: nero, mattone, cammello, celeste, verde, bianco e rosa acceso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...