Tanto non ci riuscirò – La sindrome del luccio

La sindrome del luccio colpisce moltissime persone, vediamo che cos’è e riflettiamo sui nostri comportamenti.

Un esperimento scientifico effettuato con il luccio ha dato il nome a questa sindrome, vediamone i dettagli.

Durante l’esperimento un luccio venne messo in una vasca divisa a metà da un vetro trasparente. Da un lato fu lasciato libero il luccio e dall’altro furono messe delle carpe, una cena prelibata per il luccio. Quest’ultimo cercò più volte di raggiungere le carpe, senza successo e sbattendo più volte contro il vetro che separava la vasca, fino a quando desistette. A quel punto i ricercatori rimossero il vetro e con sorpresa si accorsero che il luccio continuava a comportarsi come se nulla fosse cambiato.

In altre parole il luccio era condizionato dall’esperienza vissuta, durante la quale per raggiungere il cibo, aveva più volte sbattuto la testa convincendosi che non c’era modo di successo.

Qualcosa di simile è ben raccontato anche nel libro di Jorge Bucay – “El elefante encatenado”, dove un elefante viene incatenato appena nato e nonostante la forza acquisita da adulto e che lo rende sicuramente capace di rompere le catene, non basta a farle nascere la voglia di liberarsi.

el-elefante-encadenado_jorge-bucay_libro-SLHE073

Se riflettiamo su quanto detto ci rendiamo conto che anche noi spesso ci lasciano condizionare da esperienze vissute, anche se cambiano le situazioni o si acquisiscono nuove capacità. Tutto ciò perchè è difficile reagire ai fallimenti vissuti.

Se qualcosa è andato storto la prima volta si è portati a pensare che sarà sempre così e il nostro atteggiamento diventa arrendevole.

248629465_edf953b20b

Inconsciamente alziamo bandiera bianca e rifiutiamo di provare a cercare un’altra opportunità. I nostri “guantoni” fanno bella mostra appesi a un chiodo.

rinunciare_guantoni_boxe-id21880

Forse varrebbe la pena analizzare bene cosa ha portato al nostro fallimento e, se le condizioni sono diverse, provare a smettere di essere prigionieri di noi stessi.

6758

Le sofferenze, i fallimenti che hanno segnato il nostro passato non possono e non devono impedirci di riprovare. Spesso i cambiamenti e la nostra trasformazione ci possono offrire nuove possibilità.

infinite-possibilità-fisica-quantistica.jpg

 

Annunci

2 pensieri su “Tanto non ci riuscirò – La sindrome del luccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...