L’arte di Modigliani

L’arte di Cezanne esplode nel Milieu parigino con la mostra del 1902. Se Les demoiselles di Picasso può considerarsi un vero e proprio terremoto del linguaggio, alla radice di questo terremoto vi è scoperta di Cezanne. Così come alle origini della grande e ineludibile stagione creativa di Modigliani vi è la lezione del maestro Aix. Cezanne rappresentò per Modigliani una vera e propria ondata, che lo rese capace di amalgamare e di condurre in altre rive ricchezza di un bagaglio culturale guadagnando giorno per giorno e il rinnovarsi continuo delle sollecitazioni cui un montparnos come lui era sottoposto. Inoltre Cezanne dimostrava che era possibile praticare un senso storico del mondo più ampio e organico, ricollegando i poli della cultura che affondava nella primitività: la classicità e il romanticismo. Non è peraltro  da sottovalutare il fatto che il maestro di Aix era il primo a esalare valori costruttivi legati a un sentimento primitivo della forma. Questa nuova prospettiva di lavoro finiva con il tracciare itinerari incrociati, da un lato verso la riduzione della forma, quasi risospinta nella culla della sua epifania, da un altro lato verso la sua maturazione riflessiva.

Amedeo Modigliani è in realtà un classico nella stessa accezione per cui consideriamo classici Degas e Cezanne . Come tutti coloro insomma che cercarono un iperbolico collegamento e una centralità problematica, fra le stazioni della tradizione e della modernità. Una dialettica che faceva perno sulla concentrazione del linguaggio ma che contemporaneamente le incaricava di profonde responsabilità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...