Valentino – P/E 2017 – Parigi

“Questa collezione è un viaggio nel tempo”, dichiara Pierpaolo Piccioli a poche ore dalla presentazione della sua prima sfilata en solitaire, dopo che Maria Grazia Chiuri è passata alla maison Dior.

Continua Piccioli “L’inizio di una nuova era dove i valori si evolvono e il passato viene accantonato per scrivere il futuro “.

La donna secondo i canoni di Piccioli è elegante e raffinata, eterea e delicata e non ha bisogno di trasparenze eccessive ed audaci per farsi notare.

Colpiscono in questa sfilata le decorazioni realizzate a mano e i contrasti delle tonalità, dove il rosa, in tutte le sue sfumature, eccelle.

Un po’ tutti quanti ci siamo chiesti quale fosse in passato il contributo della Chiuri e quello di Piccioli nel successo della Maison, ora qualche conclusione possiamo tirarla: sicuramente la più conservatrice era Maria Grazia, infatti Pierpaolo ha dato prova di coraggio nel proporre cambiamenti importanti, ma se, come si suol dire, chi non risica non rosica, sicuramente Piccioli è sulla strada giusta.

Gli abiti proposti sono estremamente femminili, sofisticati, seducenti, con scollature sempre misurate e trasparenze velate.

In sintesi possiamo dire che Piccioli ha guardato al passato per quanto riguarda l’arte sartoriale, la femminilità delle linee e il gusto raffinato nell’accostamento dei colori. Mentre ha guardato al futuro per la scelta dei colori vivaci e l’estrema semplicità delle linee senza fronzoli.

Lo show è stato un successo, sottolineato da applausi, applausi, applausi sinceri, applausi in piedi.

Chapeau!!!

 

Annunci

Un pensiero su “Valentino – P/E 2017 – Parigi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...