Gustav Klimt

Gustav Klimt nacque in un sobborgo di Vienna dove studiò presso la Scuola di arti e mestieri. Fondò giovanissimo con il fratello ed un amico la prima società artistica che gli permise di procurarsi commissioni per decorare edifici pubblici, tra i quali l’incarico di ornare l’aula magna dell’Università. Nel 1897 fu tra i fondatori e primo presidente della Secessione. Con questo termine si intende quel movimento artistico che aveva come obiettivo la creazione di uno stile che si distaccasse da quello accademico.

La Secessione viennese vide coinvolti: architetti come Olbrich, Hoffmann, Wagner e pittori come Klimt, Moll, Moser, Kurzweil e Roller. Nel periodo in cui si sviluppò la Secessione viennese, la città era una delle capitali europee più raffinate e colte.

Klimt resta uno tra i personaggi più rappresentativi della Secessione viennese, muore a soli cinquantasei anni a causa di un ictus cerebrale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le donne erano le sue muse ispiratrici, riusciva a percepirne l’essenza prima ancora di osservare le curve dei loro corpi. Era sicuramente un uomo attraente, a volte anche un po’ burbero e sfuggente.

Proprio da qui nasce il libro “Le muse di Klimt” di Paola Romagnoli che intreccia la biografia dell’Artista con le voci delle donne che lo hanno affiancato, tra finzione e storia, sottolineando proprio l’importanza del ruolo femminile nella vita e nell’arte di Klimt, in una Vienna dove si ascoltano le sinfonie di Mahler e si parla di psicoanalisi con Freud.

copertina

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Gustav Klimt

  1. Klimt è uno dei miei preferiti. A proposito, disegnava spesso gli abiti che le sue donne indossavano. Mi piace a tal punto che qualche anno fa riprodussi su uova bianche di anatra particolari delle sue opere, per regalarli a Pasqua.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...