Letteratura contaminata?

Leggere sta tornando ad essere una buona abitudine, ma ho due grandi dubbi “amletici”: il primo riguarda i lettori, quanti realmente leggono per apprendere qualcosa e quanti lo fanno perché, a tutti gli effetti, oggi è diventato di moda leggere? E il secondo riguarda la qualità della letteratura contemporanea, perché tutti (compresi gli scribacchini che non hanno niente di concettuale) possono scrivere libri?

question-mark-1019820_960_720

C’è chi dice «A te piace far polemica», chi invece «A te non va mai bene niente», chi ancora «Tu ai tempi di Dante avresti avuto da dire anche sulla Divina Commedia», ma il punto non è questo. Un libro può piacere o no, è una questione soggettiva e alquanto personale e perciò insindacabile. Non per fare il polemico della situazione, ma coloro che si definiscono eruditi della letteratura (quelli che hanno letto il solito libro scassa maracas di Vespa fino all’altro ieri e adesso sono diventati critici letterari), non hanno mai pensato che su 10.000 titoli, forse se ne salvano 800? Quelle che sono considerate “Case Editrici prestigiose” non si stanno rendendo conto che immettono quotidianamente sul mercato spazzatura? Perchè nessuno regolamenta l’auto pubblicazione? Io trovo che l’auto pubblicazione utilizzata ed intesa come oggi giorno sia la cosa più insensata che si potesse mettere in campo. Per carità non per elogiare le Casa Editrici (che piuttosto definirei, in alcuni casi, Discariche Editrici), ma nella quasi totalità dei casi i libri auto pubblicati non sono scritti nemmeno in italiano, almeno scolastico. Vi elenco un certo numero di frasi estrapolate da libri auto pubblicati, di cui non farò nome perché significherebbe diffamazione e non voglio essere di certo io il fautore della loro disfatta:

…o preso il treno (ho senza H)

…tutto e stato belo (è senza accento ‘ doppia L assente)

…a pensato (ha senza H)

e potrei andare avanti a elencare all’infinito, ma ciò che emerge è che le H non esistono più, gli accenti sono un optional, le punteggiature sono un miraggio, il senso delle frasi è elementare (quando c’è), ecc…

aiuto_will_coyote

Il messaggio che vorrei far passare, sia chiaro, non è che siamo tutti degli incompetenti, è che diventa sempre più difficile comprare libri decenti o con almeno un senso logico; voglio essere più elastico almeno scritti in ITALIANO.

11944361_625075887634528_2137891813_n

I nuovi scrittori del momento, non sono più: filosofi, intellettuali, ecc… Sono gli Youtubers! Quattro buontemponi che fanno i clown davanti a una videocamera, che non hanno nè arte nè parte, che parlano un Italiano a dir poco volgare, non coniugano un verbo parlando, tanto meno scrivendo e vendono milioni e milioni di copie dei loro libri che non vogliono dire assolutamente nulla! Sapete quanti libri di Youtubers sono stati pubblicati quest’anno? Più di 20! E sapete quanti sono diventati BESTSELLER? Più di 10! Volete sapere di cosa parlano? Di stupidaggini che non danno assolutamente nessun valore aggiunto ai lettori. Ma se entrate in una classe e chiedete chi ha comprato il libro di quello Youtubers? Il 60% dei ragazzi alzerà la mano, se chiedete: “Chi di voi conosce Gianni Rodari, sì quello della Freccia Azzurra e di tantissimi altri libri per ragazzi?” La risposta è il vuoto! Maestre e Maestri, Professoresse e Professori, mi appello a voi: smettetela di dire «Basta che leggano qualcosa, anche il fumetto!», fate solo il loro male, il nostro male, perchè un domani i ragazzi saranno Dottori, Avvocati, Professori, Giudici, Notai, Poliziotti, Politici, ecc…

Se la carta stampata viene dilaniata, distrutta, il suo significato viene portato pari a zero e non rimarrà più nulla che potrà salvare quel briciolo di cervello che è presente in noi. I libri rappresentano la società e se la società odierna è quella che vedo in libreria, beh… voglio tornare ai tempi di Dante, così almeno posso criticare la letteratura, non la spazzatura.

michelino_danteandhispoem

Buone feste e buon anno caro lettore.

Annunci

Un pensiero su “Letteratura contaminata?

  1. Concordo in pieno. Oggigiorno ci sono troppi “scrittori” e troppi “pittori”, ovvero un bel po’ di gente che una mattina si alza ed è invasa dal fuoco dell’arte, dimenticandosi che dietro c’è, ci deve essere, il “mestiere” e ogni mestiere, per essere ben esercitato, deve essere stato preparato dallo studio, dall’esercizio, dalla ricerca, dall’esperienza.
    A me è sempre piaciuto leggere e leggo ancora molto, sono molto selettiva e non mi lascio tentare dalle mode: una volta scoperto un buon autore ne cerco tutte le opere, ma la prima opera deve essere almeno alla sua seconda edizione…..

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...