Ferrovia sopraelevata meneghina

Ebbene si! Non è sempre stata prerogativa delle grosse metropoli statunitensi quella di avere le sopraelevate, anche la nostra bella Milano in un “ormai” lontano passato aveva la sua sopraelevata

milano_ferr_sopraelevata_1906

Correva l’anno 1906, Milano in pieno fermento, da aprile a novembre ospita l’Esposizione Universale. Tema dell’esposizione: Trasporti. Quale miglior modo per dare l’esempio se non quello di costruire un’opera (per la realtà italiana dell’epoca) maestosa e imponente?

Attivata nell’aprile 1906, pochi giorni prima dell’apertura dell’esposizione, la linea era lunga 1.350 metri e collegava le 2 stazioni capolinea poste nelle 2 aree espositive e non aveva stazioni intermedie. Il tracciato si svolgeva quasi interamente in viadotto, tranne la tratta interna al parco, posta al livello del suolo per non interferire con la prospettiva dall’arco della Pace al Castello Sforzesco. Doppio binario, anche se le stazioni contavano un unico binario capolinea. Le strutture delle medesime erano in legno, riccamente decorato con elementi liberty. Elettrificata in corrente alternata monofase, alla tensione di 2400 V e frequenza di 15 Hz, con impianti forniti dalla società americana Westinghouse. Tecnologia di avanguardia per il 1906. Per l’occasione vennero costruite dalla OM, 18 elettromotrici (paragonabili ai tram moderni come impostazione) permanentemente unite a formare quattro elettrotreni. I treni viaggiavano a una velocità massima di 40 km/h, e l’intera linea veniva percorsa in soli 3 minuti; ogni treno portava 260 viaggiatori di cui 144 seduti.

La Sopraelevata venne chiusa e smantellata con la fine dell’esposizione (Novembre 1906), ma non fu uno spreco di denaro perché la quasi totalità dei materiali, da quelli rotabili a quelli elettrici, vennero reimpiegati per la costruzione e il funzionamento della tranvia Pallanza-Fondotoce che venne attivata nel 1910.

Milano da allora è molto cambiata e quasi la totalità dei suoi abitanti non è a conoscenza di questo straordianario esempio di tecnologia. Quella che era e che è una grande metropoli italiana ed europea, ha sempre dato esempio avanguardistico e come si dice “Milan lé semper Milan”!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...