La Francia ha il suo Museo della Moda e…l’Italia?

Sembra quasi incredibile, ma purtroppo, al contrario dei francesi, gli italiani – massimi esponenti di questa forma d’Arte – non hanno ancora un vero Museo della Moda. Tutto ruota sotto i riflettori delle passerelle, ma poi, tutto giace arenato nei depositi a prendere polvere.

A Parigi, non lontano dalla Tour Eiffel, all’interno di un raffinato palazzo neo-rinascimentale del XIX secolo, vi è il Palais Galliéra – Museo interamente dedicato alla moda.

Il Museo, inaugurato nel 1977, ospita mostre temporanee e collezioni permanenti che raccontano la storia della moda dal 1780 sino ad oggi attraverso 70.000 pezzi. Vi si trovano abiti frutto della genialità di stilisti che hanno segnato la storia o abiti che sono stati indossati da personaggi famosi, oltre ad accessori, gioielli, cappelli, borse ecc.

Sempre in continua evoluzione e supportato dalle più importanti Maison di moda francesi come Yves St-Laurent, Dior e Chanel.

E in Italia?

In Italia esistono i più disparati musei, compreso uno dedicato alla stregoneria, ma figurarsi se ne esiste uno serio dedicato alla Moda, solo tre istituzioni, che però non possono essere considerate veri e propri musei: Palazzo Morando a Milano, Palazzo Pitti e Villa Mazzucchelli.

Nel primo, ubicato in Via S. Andrea a Milano, si è deciso di destinare solo il piano superiore per le esposizione ed utilizzare il piano terreno come area espositiva affittabile per eventi, la dice lunga sulla volontà di trasformarlo in un snodo culturale della moda.

palazzo-morando1

 

 

Anche Palazzo Pitti non possiede un vero e proprio programma di esposizioni, ora pare che il nuovo direttore si sia posto il problema e l’obiettivo di trasformarlo in 3 anni in un vero museo della Moda e del Costume. Speriamo!

1200px-boboli_palazzina_della_meridiana_esterno_01

Infine Villa Mazzucchelli con i suoi 5000 pezzi di collezione viene principalmente usata come location per matrimoni, mah….

facciata

Inoltre, il portale degli Archivi della Moda del Novecento del Ministero per i beni e le attività culturali non viene aggiornato da cinque anni. Tombola!!!

Certo è che se si considera la quantità di soldi che grazie alla Moda arrivano nelle tasche della nostra economia, un po’ di amaro in bocca resta. Vorrà dire che visiteremo il museo della stregoneria e cercheremo, con l’aiuto di una pozione, di trasformarlo in un Museo della Moda.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente il mio ebook dedicato agli abiti iconici, compila il modulo sottostante.

SCELTO PER VOI

ACHERNAR3

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...