Christian Dior, couturier du rêve

Le musée des Arts décoratifs di Parigi celebrerà il marchio Christian Dior con una retrospettiva che si inaugurerà il prossimo 5 luglio e sarà fruibile per sei mesi.

Questa ricca mostra, non solo si focalizzerà sul grande couturier C. Dior, ma sarà un invito a scoprire anche alcuni stilisti che, dopo la morte del maestro, si sono susseguiti a capo della direzione artistica della Maison, fra questi: Yves Saint Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferré, John Galliano, Raf Simons e Maria Grazia Chiuri.

Più di trecento abiti realizzati dal 1947 ad oggi, oltre a illustrazioni, schizzi, fotografie, lettere, manoscritti, materiale di marketing, con l’aggiunta di cappelli, gioielli, borse, scarpe, bottiglie di profumo ….

Ma tutti sappiamo che Christian Dior fu anche un uomo appassionato d’arte e di musei e le sue creazioni hanno interagito anche con dipinti, mobili e oggetti d’arte. Christian Dior forgiò legami tra la sartoria ed ogni forma d’arte.

I due curatori della Mostra sono Florence Müller e Olivier Gabet.

Christian Dior, nel 1947, cambiò profondamente l’immagine della donna. I suoi abiti esprimevano femminilità moderna, disegnavano curve sinuose attraverso: spalle morbide, vita segnata e fianchi ingranditi da gonne a corolla.

La mostra si apre con un promemoria sulla vita di Christian Dior, la sua infanzia a Granville, i suoi ” anni folli “, l’apprendimento del fashion design e la sua entrata nell’alta moda. Prima di divenire un grande Couturier, Christian Dior fu un Gallerista e proprio questa attività viene evocata attraverso dipinti, sculture e documenti.

Il tour prosegue con un percorso cronologico dal 1947 al 2017, che mostra il patrimonio dello spirito Dior attraverso i decenni. Una serie di sei gallerie dedicate ai suoi successori aiutano a comprendere sino in fondo la visione della moda della Maison.

Il percorso si conclude in una splendida cornice decorata come una sala da ballo, dove sono presentati gli abiti da sera più lussuosi, tra i quali alcuni per la prima volta a Parigi.

Per questo ambizioso progetto, la maggior parte delle opere presentate provengono dal fondo di eredità Dior, ma molti sono prestiti eccezionali provenienti dalle collezioni del Museo delle Arti Decorative e l’Unione francese del Costume Arts, il Musée Galliera, il Costume Institute del Metropolitan Museum of Art di New York, il Victoria and Albert Museum di Londra, il museo de Young di San Francisco, la Fondazione Pierre Bergé-Yves Saint Laurent, il museo di Londra, il museo Christian Dior Granville, così come prestigiose opere d’arte di tutti i tempi e di tutti i tempi, provenienti dalle collezioni del Louvre, il museo d’Orsay e il museo Orangerie, il Palazzo di Versailles, Centro Pompidou, il museo delle arti decorative e numerose collezioni private.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

2 pensieri su “Christian Dior, couturier du rêve

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...