Hina Matsuri

Oggi vi parlo di un’altra festa tradizionale giapponese: l’Hina Matsuri, ossia Festa delle bambole, che si tiene il terzo giorno del terzo mese dell’anno, quindi il 3 Marzo. Anticamente questa festa veniva chiamata Momo No Sekku = festa dei peschi, in quanto in questo periodo dell’anno avviene la fioritura dei peschi.

E’ un giorno di festa molto sentito perché si prega per la salute e la felicità di tutte le bimbe e di tutte le ragazze. In particolare, tutte le famiglie che hanno figlie femmine espongono, a partire da qualche giorno prima, le particolari bambole hina su di un tappetino rosso (Mousen), disponendole su più livelli.

La scena rappresenta il matrimonio dell’imperatore con tutto il suo seguito all’epoca Heian e con tutti gli oggetti in uso a quel tempo.

 

Ogni regione ha un suo modo di disporre le bambole, ma il più diffuso prevede sette livelli:

sul primo livello, a partire dall’alto, troviamo l’imperatore O-bina e l’imperatrice Me-bina con alle spalle un paravento dorato, ai lati le lampade bonbori e al centro rami di pesco (kuchibana) segno di purificazione.

hinamatsuri-768x576

Sul secondo livello troviamo tre san-nin kanjo (dame di corte), due in piedi ed una in ginocchio che portano il sake.

seven-2

Al terzo livello vengono collocati cinque gonin bayashi (musicisti maschi) dotati rispettivamente di un taiko (tamburo piccolo), un otsuzumi (tamburo grande), un kotsuzumi (tamburello), un yokobue (flauto) e un ventaglio pieghevole.

seven-3

Al quarto livello si trovano due daijin (ministri), uno giovane e uno anziano dotati di arco e frecce. Dietro a loro vengono posti un albero di mandarini a destra ed uno di ciliegi in fiore a sinistra.

seven-4

Sul quinto livello vengono collocati tre aiutanti protettori con in mano attrezzi per la manutenzione.

seven-5

Al sesto livello troviamo oggetti in uso nel palazzo imperiale come cassettiere, specchiere bracieri, cesti ed accessori per la cerimonia del tè.

Infine al settimo livello si pongono gli oggetti in uso fuori dal palazzo imperiale: scatole laccate, carretti e carri.

Questa tradizionale esposizione nacque nel periodo Heian e si credeva che fosse un modo per allontanare gli spiriti malvagi. Tanto che le bambole venivano poste su barchette e lasciate andare sui fiumi verso il mare, quasi a simboleggiare l’allontanamento di tutti i problemi. In alcuni templi, per esempio in quello di Kamo, vi è ancora l’usanza di far galleggiare delle bamboline durante le preghiere per la salute delle bimbe.

hina-matsuri-1

La tradizione vuole che l’esposizione avvenga a partire da qualche giorno prima sino alla sera del 3 marzo, a quel punto le bambole devono essere assolutamente tolte, in caso contrario, si dice, che le bimbe e le ragazze di quella casa non godranno di buona sorte.

Durante l’Hina Matsuri si usa anche appendere al soffitto le Tsurushi Bina, decorazioni che includono bamboline legate da strisce.

hititle1-940x712

Molto suggestiva è anche l’esposizione di migliaia di bambole sulla scalinata del tempio di Chiba.

katsuura-hinamatsuri

Dimenticavo…

Se avrete la fortuna di trovarvi in Giappone in questa data, dopo aver gustato gli Hishimoshi, tipici dolci a tre strati colorati, e bevuto l’amazake (sake dolce), prima di uscire per i festeggiamenti, riempitevi le tasche di Arare, le tipiche caramelle rosa, bianche, gialle e verdi.

Annunci

2 pensieri su “Hina Matsuri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...