L’isola di Hokkaido, dove: gli Ainu sopravvivono e non solo…

Hokkaido è la più settentrionale ed estesa tra le isole dell’arcipelago giapponese; proprio qui vive una popolazione indigena che possiede una propria lingua ed ha usi, costumi e tradizioni molto diversi da quelli giapponesi tipici.

e784a1e9a18c6

La parola Ainu, nella lingua indigena, significa “essere umano”, hanno una religione animista e venerano in modo particolare gli orsi.

La colonizzazione di questa popolazione da parte dei Giapponesi ha discriminato questo popolo non poco, rendendo loro la vita assai difficile; durante l’era Meiji, non avevano diritto di possedere una terra. Solo nel 1899 una legge di protezione delle popolazioni autoctone di Hokkaido riconobbe a questo popolo un trattamento ingiusto, pur continuando a parlare di loro come di un popolo sporco. Infine nel 1997 la legge di cui sopra, fu ritirata e lasciò il posto ad una che concede fondi per la ricerca e la promozione della cultura Ainu.

Il più grande kotan (villaggio) ainu si trova ad Akan Kohan, dove c’è anche il lago Mashu, un luogo sacro per gli Ainu. Un museo dedicato a questa popolazione si trova a Shiraoi ed un altro è nel villaggio di Nibutani.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sull’isola di Hokkaido, si incontrano, oltre alla popolazione indigena degli Ainu, molte altre creature esotiche, alcune delle quali, vivono solo qui.

  • Volpe rossa di Hokkaido

Nella mitologia del Giappone, le volpi hanno da sempre avuto uno stretto legame con l’uomo, Kitsume, lo spirito della foresta, è rappresentato da una volpe e secondo una credenza popolare si riteneva che la volpe potesse trasformarsi in una splendida donna. Proprio una delle due specie di volpe rossa che vivono in Giappone, la si trova proprio sull’isola di Hokkaido, si tratta di una tipologia di volpe particolarmente mansueta che si lascia avvicinare dagli uomini.

volpe-rossa

  • Scoiattolo rosso di Hokkaido

Tipico di quest’isola esegue acrobazie da un albero all’altro ed è definito dai giapponesi “ratto delle castagne”.

scoiattolo-ezo-momonga

  • Ezo Momonga

Altro scoiattolo volante tipico di Hokkaido, tanto da essere l’animale simbolo dell’isola, caratteristici i suoi grandi occhi scuri a mandorla.

gyoxicp

  • Ezo Naki Usagi

Ossia il “coniglio che piange”, si tratta di una sottospecie del roditore Pika del Nord. Proprio da lui prese spunto il personaggio dei fumetti famosissimo Pikachu. Animaletto molto previdente che durante la stagione calda prepara scorte di cibo per l’inverno.

13-ezo-naki-usagi-600x736

  • Shima Enaga

Piccolo passero bianco con la coda nera.

8fb4e56911f1c43b9d3fabc8ac7fd9ec

  • Ezu Fukuro

Sottospecie del gufo siberiano, strettamente collegato all’isola di Hokkaido, che anticamente di chiamava proprio Ezu.

cute-animals-hokkaido-ezo-japan-920copy

 

Annunci

Un pensiero su “L’isola di Hokkaido, dove: gli Ainu sopravvivono e non solo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...