“Ballerine dietro le quinte” Edgar Degas – forse non tutti sanno che…

… il quadro è nato dalla passione per la fotografia di questo Artista. Infatti Degas, coetaneo delle prime macchine fotografiche, si dedicò con passione alla pratica del nuovo mezzo.

Fu nel 1895 che egli invitò una ballerina nel suo studio e la ritrasse in varie pose, il risultato di questo lavoro furono tre lastre che, in seguito, Degas sovrappose e combinò, dando vita, nel 1987 al dipinto “Ballerine dietro le quinte”, ora conservato presso il Museo Puškin di Mosca.

a9eefd358ba1d771e82f67718a09231b-photo-to-painting-edgar-degas

L’opera ”Ballerine dietro le quinte” (cm 67×67) è realizzato con la tecnica del pastello alla quale Degas si dedicò sempre con maggiore frequenza dalla metà degli anni settanta in poi.

La composizione che l’Artista creò è di una straordinaria raffinatezza, sembra che quattro ballerine, ignare di essere oggetto di attenzione, si sistemino i costumi prima di entrare in scena,  in quest’opera Degas esibisce un gusto sublime per la composizione. Il dinamismo della scena è determinato anche dal fatto che le quattro ballerine sono disposte in forma circolare: una geometria che crea una sorta di volteggio spontaneo, una danza. I colori utilizzati sono brillanti e creano una ottima combinazione cromatica con vistose variazioni nei toni principalmente del blu, dell’ocra, del marrone mettendo in risalto, attraverso l’ausilio del pastello, le linee del corpo delle ballerine.

MadameRenard ha reso omaggio a questo quadro riproducendolo su un foulard di seta 90 cm x 90 cm (per info mme3bien@gmail.com)

photo_2017-08-01_16-48-18

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...