Un’estate “color oro” al MUDEC di Milano

E’ stato recentemente inaugurato presso il Museo delle Culture di Milano e sarà fruibile sino al 7 Gennaio l’evento espositivo “Klimt Experience”, una rappresentazione multimediale totalmente immersiva dedicata al fondatore della Secessione Viennese: Gustav Klimt.

L’evento, che intende anticipare le celebrazioni per i cento anni della morte dell’Artista avvenuta a Vienna nel 1918, propone la vita, le figure ed i paesaggi di Klimt, ma non solo…, anche l’architettura, le arti applicate ed il design della Vienna di quei tempi.

“Klimt Experience” si pone come una vera e propria esperienza multimediale, che attraverso le immagini, le musiche ed i suoni rievoca tutto l’universo dove visse Klimt ed accompagna il fruitore in un viaggio che coinvolge tutti i sensi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Molti di noi conoscono le opere pittoriche di Klimt, ma non sempre è chiaro il mito che egli coltivava dell’opera d’arte totale e spesso non conosciamo a fondo la poliedricità del contesto storico e artistico in cui Klimt stesso visse.

Questo evento proposto come esperienza immersiva a 360° entusiasmerà, affascinerà ed emozionerà grandi e piccini e non deve scandalizzare i puristi convinti che esista un unico modo di fruire l’arte.

Certo al Mudec non si propongono quadri originali del grande Maestro e non deve essere vista come una mostra sul padre della secessione, è indispensabile fruirla per quello che è: un’esperienza emozionante e per certi versi anche ludica, dove il pubblico sulle note di Strauss, Mozart, Beethoven ecc., “legge un racconto senza parole” della vita e dell’ambiente di Gustav Klimt.

Se serve a diffondere l’Arte, che sia dato il giusto spazio anche a queste iniziative!

Annunci

7 pensieri su “Un’estate “color oro” al MUDEC di Milano

  1. A Roma ho visto la Caravaggio experience, ma mi ha deluso, perché vedere delle opere proiettate non è la stessa cosa di vederle lì effettivamente. In realtà ero andato per un’altra mostra – per fortuna – e sono solo passato a dare un’occhiata, ammetto con un po’ di preconcetti. Ma forse era anche Caravaggio a non attirarmi troppo

    Liked by 1 persona

    • Come ho detto nel post, questi eventi non possono considerarsi delle mostre, devono essere fruiti per quello che sono: delle esperienze sensoriali che avvicinano all’Arte e che magari solleticano la voglia di approfondire. Comunque sicuramente nulla a che vedere con un’opera dal vivo, di qualsiasi Maestro sia.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...