Costantin Brancusi, l’uomo che intentò causa agli Stati Uniti

Constantin Brâncuşi nacque a Peştişani, in Romania, nel 1876 e dopo aver frequentato l’Accademia di Bucarest compiendo studi di scultura, si trasferì a Parigi per iscriversi all’Ecole des Beaux-Arts.

Egli non fu mai membro di un movimento artistico organizzato, anche se frequentò per un certo periodo molti dadaisti.

 

Nel 1926 fu al centro del “Caso Brancusi”, una vera e propria battaglia culturale e poetica che fece irrompere il concetto di arte e di astrazione niente meno che nel sistema giuridico statunitense. Vediamo nel dettaglio.

Brancusi, decise di esporre negli Stati Uniti una sua scultura: “Bird in Space” – 1923, dalle forme molto stilizzate, tanto che un funzionario di dogana, quando aprì la cassa decise di classificare l’opera come “Kitchen Utensils” e si rifiutò di renderla duty free, come previsto dal paragrafo 1704 del Tariff Act del 1922, relativo alle opere d’arte.

early-modern-art-1900-1940-71-728

Egli dovette pagare circa 240 dollari, ma decise che quello scandalo non sarebbe finito lì ed intentò causa contro gli Stati Uniti. Il processo durò due anni e ci furono sei testimoni a favore di Brancusi: il fotografo Edward Steichen, lo scultore Jacob Epstein, l’editore della rivista The Arts Forbes Watson, l’editore di Vanity Fair Frank Crowninshield, il direttore del Brooklyn Museum of Art William Henry Fox ed il critico d’arte Henry McBride.

Il dibattito fu acceso e portò ad una sentenza favorevole all’Artista: “L’oggetto considerato… è bello e dal profilo simmetrico, e se qualche difficoltà può esserci ad associarlo ad un uccello, tuttavia è piacevole da guardare e molto decorativo, ed è inoltre evidente che si tratti di una produzione originale di uno scultore professionale… accogliamo il reclamo e stabiliamo che l’oggetto sia duty free … che abbiamo o no simpatia per le idee nuove o quelli che le rappresentano, pensiamo che la loro esistenza e la loro influenza nel mondo… vada presa in considerazione”.

Constantin Brancusi muorì a Parigi nel 1957.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Un pensiero su “Costantin Brancusi, l’uomo che intentò causa agli Stati Uniti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...