“DUCHAMP, MAGRITTE, DALÍ – I Rivoluzionari del ’900”

Direttamente dall’Israel Museum di Gerusalemme, sono giunte a Palazzo Albergati di Bologna più di duecento opere realizzate dai più grandi nomi del mondo dell’arte che hanno rivoluzionato il Novecento.

Fruibile fino all’11 Febbrio p.v., la mostra vede la cura di Adina Kamien-Kazhdan, l’allestimento del grande architetto Oscar Tusquets Blanca, il patrocinio del Comune di Bologna e dell’Ambasciata di Israele.

Opere di Duchamp, Magritte, Dalì, Ernst, Tanguy, Man Ray, Calder, Picabia e molti altri, raccontano uno dei periodi di più alta creatività geniale e straordinaria. Essi hanno, con determinazione, rivoluzionato l’arte, rompendo con il passato ed inventando un mondo nuovo.

La mostra è suddivisa in cinque sezioni tematiche:

  • Accostamenti meravigliosi
  • Desiderio: musa e abuso
  • L’automatismo e la sua evoluzione
  • Biomorfismo e metamorfosi
  • Illusione e paesaggio onirico è ricchissima.

Proprio i dadaisti ed i surrealisti sono stati nel mondo dell’arte dei veri innovatori e più o meno un secolo fa, hanno creato accostamenti inaspettati, inventato l’automatismo, il ready made, il fotomontaggio, il biomorfismo, la metamorfosi e dipinto paesaggi onirici e del desiderio.

Infatti i dadaisti nacquero da una rivolta e per un bisogno di indipendenza e di eversione; i surrealisti non separarono mai l’arte dalla vita; entrambi i movimenti avevano come obiettivo la rifondazione dell’arte e segnarono un momento di netto cambiamento con tutta l’arte del passato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

Un pensiero su ““DUCHAMP, MAGRITTE, DALÍ – I Rivoluzionari del ’900”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...