Penelope: la pazienza è donna…

Penelope, figura della mitologia greca, bellissima regina di Itaca, è nota a tutti soprattutto per essere stata la moglie di Ulisse. Discendeva da parte di padre dal grande eroe Perseo ed era cugina della altrettanto celebre Elena. Il suo nome, secondo alcuni, prenderebbe origine da un crudele mito riguardante la sua infanzia: quando nacque fu gettata in mare per ordine del padre, ma fu tratta in salvo da alcune anatre che, tenendola a galla, la accompagnarono verso la spiaggia più vicina. Colpiti da questo prodigioso evento, i genitori la ripresero con loro e le diedero il nome di Penelope (che, in greco, significa appunto “anatra”). Per alcuni, invece, il nome Penelope sarebbe connesso all’inganno della tela che la vide protagonista nell’Odissea (dal gr. pēné, tela), tesi che, personalmente, mi sento di condividere.

La pazienza e l’astuzia di Penelope sono ormai entrati nella leggenda…

pen

La regina, infatti, attese per vent’anni il ritorno di Ulisse, partito, come abbiamo visto, per la guerra di Troia, crescendo da sola il piccolo Telemaco ed evitando di scegliere uno tra i proci, nobili prepotenti pretendenti alla sua mano, anche grazie al famoso stratagemma della tela, appunto: di giorno tesseva il sudario per il vecchio Laerte, padre di Ulisse, mentre di notte lo disfaceva. Avendo promesso ai proci che avrebbe scelto il futuro marito al termine del lavoro, rimandava, così, all’infinito il momento della sua scelta…

penelope

L’astuzia di Penelope, tuttavia, tenne duro “solo” per poco meno di quattro anni, a causa di un’ancella traditrice che riferì ai proci l’inganno della regina. Alla fine, com’è narrato nell’Odissea, Ulisse tornò, ma non si rivelò subito alla “sospettosa” consorte; uccise i proci e si ricongiunse con la moglie, dalla quale, secondo alcuni, ebbe altri due figli, di cui si perdono le tracce nel vasto orizzonte della mitologia classica…

Penelope è il simbolo per eccellenza della fedeltà coniugale femminile (anche se, sull’argomento, esisterebbero tesi piuttosto contrastanti…).

Sullo schermo, resta memorabile l’interpretazione di una splendida Irene Papas (ODISSEA, 1968, RAI), più che mai credibile nei panni della regina di Itaca…

0e4760d754b2ddddd5eb2fe17b66c6d6-tv-vintage-vintage-hollywood

testo, by Roberto Pellegrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...