5 Dicembre – Dalla Russia… con dolcezza!

Per la leggenda Natalizia di oggi, potremmo fare un salto in Russia… Vi va l’idea…? Bene…!

Anche in Russia, come forse saprete, c’è una Befana, o una “Donna del Natale”, come la chiamano i bambini laggiù… beh: state a sentire!

BABUSHKA…

(Leggenda di Natale russa)

C’era una volta una signora che si chiamava Babushka, che era una solerte massaia e aveva la casa più bella e pulita del circondario: passava il suo tempo a strofinare, pulire e spolverare qualsiasi cosa e quando non badava a queste faccende, allora cucinava pietanze deliziose in grande quantità.

La verità, però, era che Babushka era così presa da queste frenetiche attività domestiche, perché cercava di non pensare a un grande dolore: aveva perso infatti da poco il suo unico figlio piccolo e la cosa la rendeva così triste, ma così triste…

Aveva persino abbandonato in un cesto tutti i regali del suo bambino, per non vederli più, tanto che erano l’unica cosa piena di polvere in quella casa pulitissima. Una notte, mentre lei, come al solito, puliva e puliva, vennero a bussare alla sua porta alcuni pastori infreddoliti.

Babushka era una brava persona e quando questi le chiesero un riparo e qualcosa da mangiare lei aprì la porta e li aiutò meglio che potesse, chiedendo loro soltanto:

– “Ma che ci fate fuori con questo freddo terribile? Siete matti?” –

420111217123207003_6097994_ver1-0_640_480

I pastori le risposero che stavano seguendo una stella, una stella luminosissima ed insolitamente grande, che indicava il luogo in cui era nato un bambino molto speciale, Re del cielo e della terra ed aggiunsero che, se avesse voluto, sarebbe potuta andare con loro. Babushka accettò, ma un dubbio la colse all’improvviso: un altro bambino? E se vederlo avesse risvegliato in lei quel dolore che cercava di sopire? Passò quindi un giorno intero a pulire tutta la casa di nuovo. Passarono altri pastori che la invitarono a unirsi a loro e lei continuò a rispondere che li avrebbe seguiti, per poi trascorrere un altro giorno a mettere sottosopra la casa… Senza decidersi a partire…
Finalmente, al terzo giorno decise di portare un regalo a questo bambino; andò al cesto dei giocattoli, li pulì tutti e partì alla volta della stalla… Ma era troppo tardi!

crryvojwcaapqlb

Quando arrivò, infatti, Maria, Giuseppe ed il bambino Gesù se n’erano andati e Babushka, che era carica di giocattoli, rimase lì un attimo indecisa sul da farsi… Ma ad un tratto ebbe un’idea meravigliosa: avrebbe continuato a cercare questo bambino divino e ad ogni piccolo che avesse incontrato sulla sua strada avrebbe lasciato un giocattolo, nella certezza che, così facendo, non avrebbe mai potuto sbagliare…

mailattachment

by Roberto Pellegrini

Annunci

Un pensiero su “5 Dicembre – Dalla Russia… con dolcezza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...