11 Dicembre – Un po’ di “zucchero”, nel calore di una stalla

Trovo molto simpatiche le due brevi leggende natalizie che seguono…

LA LEGGENDA DEL BASTONCINO DI ZUCCHERO

Il famoso bastoncino della leggenda in questione (e che tutti abbiamo assaggiato, probabilmente…), è fatto di zucchero; ha il sapore di menta ed è bianco, con strisce rosse di differenti larghezze.
Si narra che un abile pasticciere lo creò per ricordare la figura di Gesù agli uomini. Questa particolare leccornia, infatti, riassume in sé molti significati:
– Il “duro” caramello (di cui è fatto il bastoncino), rappresenterebbe proprio Gesù, che costituisce la solida roccia su cui si poggiano le nostre vite.
– La forma a “J” sta per “Jesus” (Gesù, appunto), anche se, secondo un’altra interpretazione, esso riproduce la forma di un bastone da pastore (Gesù è il nostro pastore, infatti).
– Il colore bianco rappresenta la purezza e l’assenza del peccato.
– Le larghe strisce rosse rappresentano il sangue di Cristo, versato per cancellare i nostri peccati.
– Le strisce sottili, invece, ricordano i segni lasciati dalle innumerevoli frustate, che Gesù ricevette dai soldati romani.
– L’inconfondibile sapore di menta piperita, infine, ricorda il sapore dell’issopo, pianta aromatica usata nel vecchio testamento per purificare.

2zp4dhc

LA LEGGENDA DEL PETTIROSSO

Si racconta che la notte in cui nacque Gesù, un piccolo uccellino marrone condividesse la piccola e fredda stalla di Betlemme con la Sacra Famiglia. Nel corso della notte, mentre tutti dormivano, l’uccellino si accorse che il fuoco che li scaldava stava per spegnersi…

Senza perdersi d’animo ebbe un’idea: per tenere caldo il piccolo, impedendo alla fiamma di svanire, volò verso le braci e tenne il fuoco vivo, muovendo freneticamente le sue piccole ali per tutta la notte. Il mattino seguente l’uccellino, ormai esausto, fu premiato con un bel color rosso brillante sulle piume del petto, come simbolo del suo amore per Gesù Bambino.

pettirosso-rid

by Roberto Pellegrini

Annunci

3 pensieri su “11 Dicembre – Un po’ di “zucchero”, nel calore di una stalla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...