Parigi – Haute Couture #2

Armani Privé

Re Giorgio ha le antenne ed è attentissimo alle esigenze del pubblico, tipico di un vero maestro del mestiere. Collezione dai toni che ricordano il cielo, dove gli abiti sembrano nuvole, stoffe impalpabili con stampe acquarello. Così Armani esordisce poco prima della sfilata: ”L’alta Moda deve regalare sogni. Se si vuole progredire ed essere al passo con i tempi bisogna aver il coraggio di rischiare, di prendersi delle responsabilità”. Con il suo talento e la sua sensibilità lui va sempre sul sicuro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Givenchy

Clare Waight Keller, designer decisamente talentuosa, raccoglie il testimone da Riccardo Tisci al timone della Maison Givenchy, fa piazza pulita mette in scena una collezione pulita basata sui tagli impeccabili e sui materiali preziosi. Collezione che accosta drammaticità al romanticismo. Un brava a Waight Keller.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alexandre Vauthier

All’insegna degli anni ’80 la collezione haute couture di Alexandrer Vauthier. Drappeggi vaporosi ed abiti fruscianti impreziositi da cristalli. Una sfilata che sfodera seduzione e che potrebbe incuriosire le nuove generazioni che Grace Jones l’hanno solo sentita cantare.
 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Maison Margiela

Collezione in technicolor: Se Haute Couture significa anche sorprendere a John Galliano è riuscito tutto benissimo. Io passo la mano e mi scuso per non saper apprezzare questo genere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...