…In attesa della Pasqua!

Anche alla Pasqua (come abbiamo visto per il Natale), sono legati numerosi aneddoti, favole e leggende, che spesso traggono spunto dall’episodio più cruento e noto di questa ricorrenza: la Passione di Gesù… Vi propongo queste due: io le ho trovate molto carine...

Che sia solo una questione di organizzazione?

“Il viaggiatore che scala la montagna in direzione di una stella, se si fa assorbire troppo dai problemi della scalata, rischia di dimenticare quale stella lo guida.” Antoine de Saint-Exupéry La nostra quotidianità si snoda attraverso molte difficoltà, i problemi grandi o piccoli che siano, occupano il nostro pensare e le responsabilità spesso sembrano sopraffarci. Ogni giorno sembra aggiungersi qualcosa alla già lunga lista di incombenze e criticità che ognuno di noi deve affrontare...

“Siamo al mondo per convivere in armonia;…

..coloro che ne sono consapevoli non lottano tra di loro”, così cita una frase attribuita a Buddha e che io interpreto anche come un'indicazione su come rispondere adeguatamente alle provocazioni. Sempre Buddha affermava: “Aggrapparsi alla rabbia è come afferrare un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro; sei sempre e solo tu a rimanere bruciato”...

Catinaccio o Rosengarten …

... comunque lo si chiami, una cosa è certa: qui, nel libro della natura, si legge una delle più belle ed affascinanti pagine. Ci troviamo in Trentino Alto Adige e l'imponente massiccio del Catinaccio domina il paesaggio, qui la natura è incontaminata: colori, profumi, fauna e flora, in ogni stagione dell'anno, seducono i turisti. Punta di diamante del Catinaccio sono le Torri del Vajolet, tre maestosi torrioni di nuda roccia dolomitica che si stagliano altissimi nel cielo e lo sfiorano...

A proposito di haiku…

Subisco da sempre il fascino discreto della poesia breve giapponese: lo Haiku…; lo “percepisco” nelle immagini che vedo; lo vivo... Stimolante è la “scommessa” che questa forma di componimento poetico propone: costringere in diciassette sillabe (suddivise in tre versi complessivi, per 5-7-5…, ma non entriamo troppo nel “tecnico”...), una sensazione, un’emozione, un’idea, un attimo…: uno “spicchio” di vita, in definitiva...

Poeti by Roberto Pellegrini

Poeti Che importa il nome dei Poeti? Chi siano stati? Essi hanno vissuto di Poesie..., abbandonandole lungo la Strada, senza mai tornare a cercarle; senza mai voltarsi indietro... Ecco,  è questo ciò che conta dei Poeti...: soltanto la vita che hanno smarrito, o dimenticato...

Ciò che per uno scopo non serve più…

... può diventare utile per un altro, e per comprendere questa morale vi racconto una storia indù. C'era una volta un contadino che per guadagnare qualche soldo in più vendeva acqua al mercato. Ogni giorno si caricava sulle spalle un'asta con dieci brocche e si recava a piedi al pozzo, dove li riempiva e facendo più viaggi verso il mercato vi trasportava l'acqua. Delle dieci brocche una era rotta e la cosa strana era che l'uomo cominciava sempre con il riempire e trasportare proprio quel vaso...

Ci siamo capiti? Certo! Anzi, no…

“Ah…, scusa: avevo capito un’altra cosa…!”: almeno una volta nella vita, a tutti capita di dire, o sentirsi rivolgere queste parole. L’equivoco (i tipi poco raccomandabili, questa volta, non c’entrano...), è sempre in agguato. L’insidia “scatta” con estrema facilità, tagliente, beffarda; a volte “contando” soltanto su se stessa, altre volte con la determinante complicità del più o meno accentuato livello di “permalosità” di chi abbiamo di fronte (...o del nostro, s’intende!)...