Vittima… contro vittima

I media riferiscono dell’ennesimo caso di “bullismo”, consumatosi all’interno di una nostra Scuola. Che la vittima di turno, questa volta, sia un ragazzo, vessato dai propri “compagni”, oppure un inerme professore, pesantemente umiliato di fronte alla classe, francamente fa poca differenza. Anzi: non la fa per niente…

Le stelle – un ancestrale legame con l’uomo

"Il mistero delle stelle è il mistero delle anime in “ascolto”... Quante volte, volgendo gli occhi ad un cielo stellato, ci siamo sentiti pervadere da un vago, ma insistente interrogativo: cosa vogliono “raccontarci” le Stelle? Qual è il loro “linguaggio”? Le Stelle: benevoli custodi delle nostre notti, compagne discre­te dei nostri sogni più cari, dei nostri segreti più intimi...

Tibet: gli otto simboli di buon auspicio

Forse il più antico e noto gruppo di simboli, facenti capo alla cultura del Tibet, è quello rappresentato dagli “Otto Simboli di Buon Auspicio”, già presenti nei tradizionali testi, scritti in sanscrito, del Buddismo Indiano. Tra questi simboli vi sono piante, oggetti, animali, che venivano impiegati nei vari rituali, costituendo, inoltre, segno di prestigio...

Zen: una farfalla che si posa su…

...un buddista, un islamico, un cristiano..., una farfalla che vive di vita propria, indipendentemente da qualsiasi religione. Infatti lo zen non è una religione e nemmeno una filosofia, ma un atteggiamento verso la vita, durante la quale è indispensabile puntare all'introspezione diretta del cuore eliminando tutto ciò che sta tra l’uomo e la sua esperienza immediata...

Invidia: ossia…

L'invidia, questo moto dell'anima velenosissimo, fa emergere quanto l'invidioso sia un perdente e quanto il confronto con l'invidiato generi sofferenza. Ovviamente l'invidioso non ammetterà mai di esserlo, perché sarebbe come sottoscrivere la sua inferiorità e spesso, tra mille sforzi,...

La leggenda della campana tibetana

Il Tibet, questo luogo isolato e mistico, ribattezzato il tetto del mondo, dove fra scenari da fiaba e montagne talmente alte che sembrano sfiorare il cielo, si è sviluppata una delle culture più affascinanti e, oserei dire, per noi occidentali, alquanto misteriosa. Isolato o protetto, come meglio preferite dal resto del mondo, l'altopiano del Tibet è circondato su tre lati dalle montagne più alte della Terra ed esercita da sempre una forte attrazione oltre che per il paesaggio, per la sua coinvolgente spiritualità...

Édouard Vuillard – il pittore che condivise una musa con Renoir e Bonnard…

...... e un rivenditore con Cézanne e Picasso. Conosciamolo meglio. Édouard Vuillard, nacque nel novembre del 1868 a Cuiseaux, nella Francia orientale e morì nel 1940 a La Baule. Studiò arte all'Académie Julian e all'École des Beaux-Arts di Parigi e fece parte del gruppo di pittori che si definivano i Nabis (profeti). Essi si caratterizzavano per l'approccio simbolico e, lasciandosi ispirare dalle xilografie giapponesi, usavano forme semplificate e contorni forti...