Un buon Caffè per ogni occasione…!

Decisamente più sganciato da antiche ritualità, non per questo il Caffè annovera meno “estimatori” del Tè (per antonomasia, come abbiamo visto, bevanda dal fascino marcatamente più “aristocratico” e meditativo).

Per sorbire, preferibilmente (ma non necessariamente…), in compagnia “’na tazzulella ‘e cafè!”, non è necessario attenersi ad un “galateo” particolare: è sufficiente una moka (se possibile, datata…), un fornello e, manco a dirlo, il Caffè. Ma di quello “buono”…

gif-animata-buongiorno-caffc3a8-fumante

C’è chi lo beve espresso, chi lungo, o corto, chi macchiato, o corretto, chi all’americana… Insomma: via libera al gusto e alla fantasia.

Ricordo che un amico di Napoli (città che, com’è noto, la sa piuttosto lunga, parlando di Caffè…), mi raccomandava, ridendo sotto i baffi, che per essere veramente “buono” il Caffè andrebbe bevuto rispettando la regola delle “3 C”: “Caxxo Come Coce!” (“Perbacco Quanto Scotta!”: mi si passi la traduzione, non propriamente letterale…!), per dire che, secondo una certa “corrente” di pensiero, il Caffè dovrebbe essere gustato “bollente”…

43675fce01d515d63bd612f68740541d

Vi propongo tre tra le leggende più note sulla scoperta del Caffè…

La leggenda di Kaldi

Kaldi, piccolo pastore di capre dello Yemen, un giorno notò che all’interno del suo gregge iniziò a manifestarsi una certa inquietudine, gli animali erano irrequieti, lottavano tra di loro ed erano molto più ostinati del solito. La sera, poi, una volta rinchiusi, gli animali non dormivano e restavano agitati per tutta la notte. Non riuscendo a capire cosa stesse accadendo, i pastori si recarono in un monastero per conferire col vecchio saggio e cercare di risolvere il problema. Subito, il saggio, chiese loro se avessero cambiato il percorso di pascolo delle capre. In effetti in seguito i pastori notarono che le capre, sul nuovo tragitto, erano attratte dai piccoli semi di un arbusto allora misterioso. I pastori decisero di portare quei semi al monastero dove vennero sottoposti a numerosi esperimenti, furono infine abbrustoliti, sbriciolati e mischiati ad acqua calda in modo da ottenere una bevanda che rivelò effetti indesiderati quali agitazione e insonnia, era però portentosa come rimedio per allontanare il sonno durante le veglie di preghiera.

5942359-2401083

La leggenda dello sceicco Omar

Lo sceicco Ali Ben Omar vide morire il suo maestro mentre viaggiavano verso la città di Schadeli nella quale stava dilagando una terribile peste.
Un angelo apparve al monaco incitandolo a proseguire il viaggio verso la città, grazie alla preghiera guarì numerosi malati fra cui la figlia del re della quale si innamorò.
Il re prese in malo modo la notizia e cacciò il monaco, il quale fu costretto a rifugiarsi nella solitudine della montagna.
Per appagare la fame e la sete invocò il suo maestro, che gli inviò un meraviglioso e variopinto uccello dal canto divino, Ali si avvicinò all’uccello e fu allora che gli apparve un cespuglio coperto di fiori bianchi e frutti rossi, la pianta del caffè.
Raccolte alcune bacche, le mise in infusione, ottenendo una bevanda dalle proprietà salutari che offriva ai pellegrini di passaggio.
Si sparse la voce che fosse una bevanda magica e il monaco fu riammesso alla vita sociale in città.

timthumb

Maometto e L’Arcangelo Gabriele

Forse la leggenda meno nota riguarda Maometto…
Un giorno il profeta Maometto si senti malissimo, tanto che l’Arcangelo Gabriele intervenne consegnandogli una pozione preparata direttamente da Allah, scura come la “Qawa”, la Sacra Pietra Nera custodita alla Mecca. Appena bevuta la pozione Maometto si riprese immediatamente e partì per grandi imprese.

img90-01-1

a cura di Roberto Pellegrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...