Invidia: ossia…

L’invidia, questo moto dell’anima velenosissimo, fa emergere quanto l’invidioso sia un perdente e quanto il confronto con l’invidiato generi sofferenza.

dz1ky4mwaayi6jn

 

Ovviamente l’invidioso non ammetterà mai di esserlo, perché sarebbe come sottoscrivere la sua inferiorità e spesso, tra mille sforzi, si dibatte nel tentativo di emulare la persona che provoca la sua invidia. Quasi sempre, invece di “imparare”, si mostra pieno di sé e convinto di poter sicuramente fare di meglio, incappando, nella maggio parte dei casi, nel ridicolo.

L’invidia spinge l’invidioso ad esaltare le sue, quasi sempre, modeste abilità, anziché mettere in campo una sana analisi e relative misure per colmare il gap, manca quindi di una giusta e necessaria autovalutazione.

quality survey

Considerata uno dei 7 vizi capitali dalla cultura cristiana, l’invidia è l’odio degli stupidi.

Invidiosa era Venere della bella Psiche, invidiosa era la strega cattiva di Biancaneve, invidioso era Riccardo III del fratello Edoardo nella tragedia di Shakespeare, pensate … invidiosa era persino Atena, dea della saggezza, figlia prediletta di Zeus, protettrice di tutte le arti e fonte di consigli, che un giorno perse il lume della ragione, come ci racconta questa breve storia…

arachne

Viveva in Lidia la più abile delle allieve di Atena, Aracne, la ricamatrice. Fiera della sua arte, decise di ricamare su un immenso arazzo di porpora la storia degli dei. Poi espose il suo capolavoro nella piazza del paese.
Molti accorrevano ad ammirarlo da tutta la Grecia e si complimentavano con l’artista. “Nemmeno Atena potrebbe fare di meglio”, dicevano.
Questi commenti arrivarono all’orecchio della dea, che abbandonò subito i suoi lavori per andare a vedere quello dell’allieva. Aracne, vedendola arrivare, s’inginocchiò davanti a lei e cominciò a tremare: troppo si era vantata di ciò che sapeva fare.
Atena le sorrise, benevola, ma appena posò gli occhi sugli stupendi disegni dell’arazzo, che brillava catturando i raggi del sole, aggrottò la fronte, irritata : la sua allieva l’aveva davvero superata! Afferrò la tela ricamata, la stracciò con rabbia e ne sparse attorno i pezzi.
Aracne lanciò un urlo e scappò via. In un attimo era stato distrutto il suo lavoro più bello, che le era costato anni di pazienti fatiche…
Corse a nascondersi nella foresta e Atena, che l’aveva seguita forse pentendosi del suo gesto crudele, la ritrovò morta. La povera ricamatrice si era appesa a un ramo con la sua cintura.
arachne_minerva
La dea pianse sul corpo senza vita dell’allieva, e pian piano quel corpo rimpicciolì e riprese a muoversi : era diventato un ragno, che subito cominciò a tessere la sua tela.
“Tessi, piccola mia”, sospirò la dea.
“Ma d’ora innanzi lo farai per vivere, senza gloria. Non potrai più vantarti, sfidando gli dei”.
Quando un raggio di sole batte sulla tela del ragno, si può notare come sia perfetto il suo ricamo.

Dante, nella Divina Commedia, mise gli invidiosi in purgatorio, con le palpebre cucite da fil di ferro. Se si potesse veramente rendere ciechi gli invidiosi!

gliinvidiosi

 

 

Annunci

4 pensieri su “Invidia: ossia…

  1. L’invidia è un sentimento umano che prima o dopo provano tutti. C’è anche chi dice che sia una forma di ammirazione, infatti chi ti invidia vorrebbe possedere le tue capacità, e quindi ti ammira di nascosto. Se così non fosse non avrebbe motivo di invidiarti. 😏

    Piace a 2 people

  2. L invidia l ho vissuta sulla mia pelle
    Persone che pur di farmi male mi spuntavano addosso veleno
    Per non farmi condizionare la vita ho imparato a non ascoltare e farmi scivolare addosso le cattiverie gratuite
    Oggi ho superato e le acque si sono placate
    Talvolta l indifferenza può essere la carta vincente

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...