Le domande di una vita…

Prendo spunto dall’interessantissimo post, pubblicato recentemente, per riflettere un po’…

“Da dove veniamo?”…

data

Religione, spiritualità, fede e scienza da sempre si fronteggiano, a colpi di “certezze” riguardo a questa domanda.

Partendo ed arrivando, in definitiva, allo stesso, “insondabile” presentimento: c’è un’”origine” che ci accomuna tutti, lontana, segreta, sfuggente, che però ha lasciato tracce evidenti di sé proprio nel “seme” di quell’atavico interrogativo, che ci è rimasto nell’anima…

spiritualgrowing

In effetti, conoscere la nostra “provenienza”, contribuisce, con accertate probabilità, a capire anche la nostra “destinazione” e, soprattutto, in virtù di tutto questo, l’aver ben chiari gli “estremi” di questo “viaggio, aiuta a capire anche:

“Chi siamo noi?”…

impreading_chisiamo

Ed ecco, quindi, affiorare nel mare mai cheto della nostra coscienza, il secondo quesito, non meno dirompente e disarmante del precedente: “chi siamo?”, appunto.

Rispondere a questa domanda, equivarrebbe, in sostanza, anche a rispondere ad un altro interrogativo: “per cosa (o, se preferite, perché), siamo?”…

domande-sulla-vita

Comprendere la natura di “sé”, la propria origine, automaticamente conduce a rivelarci il nostro “scopo”, la nostra “funzione” nell’Universo e, dunque, la nostra “identità”.

Conoscendo la nostra origine, e la nostra identità, passiamo a chiederci:

“Dove andiamo…?”

monia-slide3

Porsi questo quesito, significa implicitamente chiedersi anche “dove siamo?”.

non-dimentichiamo-chi-ce-stato-per-noi-perche-siamo-uomini-e-siamo-memoria_b5087fa8-bdb9-11e7-84d9-a67bfa22e50b_998_397_big_story_detail

E farsi queste domande, può sottintendere due “sfumature”: o ci si è “perduti”, e ci si chiede, dunque, “dove si andrà a finire?”, oppure si sceglie esattamente una meta, ben consci di voler intraprendere un percorso ben preciso….

Ecco: il tratto di “strada” che unisce idealmente il “dove siamo?”, con il “dove andiamo?” (e dunque il “dove arriveremo?”), potrà essere più o meno lungo, più o meno tortuoso, più o meno difficile…

Ma sarà stato la nostra vita…

la-casa-e-la-nostra-vita-una-stretta-relazione

by Roberto Pellegrini

Annunci

10 pensieri su “Le domande di una vita…

  1. La cosa importante è avere le domande ben presenti.
    Ma la cosa ancor migliore è non cercare le risposte.
    Nel cercare le risposte si creerebbero certamente delle aspettative che porterebbero a risposte aspettate e cosi facendo si schiverebbero le risposte migliori per noi.
    Non cercandole noi influenzeremmo l’ambiente circostante, ma non ci predisporremmo per ciò che è meglio sapere (o addirittura lo rifiuteremmo).
    Per ciò che è meglio ho scritto, non per ciò che è vero in assoluto.
    Credo che a queste domande, avremmo delle risposte differenti a seconda della nostra maturazione, se non fossimo pronti per la verità assoluta, allora dovremmo accontentarci di una verità filtrata, che ci mostra qualcosa ma non tutto, ci dà un’indicazione ma non la soluzione.
    Alla verità ci si arriva per gradi, ma conoscerci fino in fondo non potremmo mai farlo, siccome mi considero eterno (nell’essenza) allora vuol dire che non raggiungerò/raggiungeremo mai l’ultima e definitiva risposta a questa domanda, ci dovremmo accontentare di una verità mozza.

    Mi piace

      • Personalmente, concordo con Pierre Marc Gaston de Lévis, quando afferma che: “E’ più facile giudicare l’ingegno di un uomo dalle sue domande, che non dalle sue risposte”.
        Solo una coscienza “atrofica”, “abulica”, infatti, tira a campare, evitando ogni interrogativo; ma porsi una domanda e non cercare una risposta, oltre che essere del tutto “innaturale”, vorrebbe anche dire accontentarsi di “pascere” una coscienza “mutilata”, legata al “guinzaglio” (a fare la guardia a che cosa…?).
        E’ nella nostra natura di esseri pensanti (e consapevolmente “imperfetti”), porsi domande (un quesito risolto è un passo in avanti nella nostra crescita): questo è il segreto della nostra innata vocazione al “miglioramento”. Ed è nella logica delle cose cercare le risposte (la Filosofia stessa non è che un indomito alternarsi di infinite domande e timide risposte, del resto). E se da un lato ci vuole, forse, “coraggio”, per porsi certi interrogativi, dall’altro non bisognerebbe mai avere “paura” – evitandole -, di “affrontare” le risposte; di cercarle con tenacia, fossero anche, soltanto, le “nostre” risposte… Perché anche in questo sta la “lezione” della vita.
        Soprattutto perché, indugiando su certe tematiche (che poco, o niente condividono con le cosiddette Scienze Esatte, tra le quali non è inclusa l’avventura di “esistere”…), ogni “risposta” proposta andrebbe accettata semplicemente per ciò che è e, quindi, come un’opinione, come un’ipotesi; non potendo certo accampare l’arrogante pretesa di porsi come una “verità” (mozza, o intera: non fa nessuna differenza), ma fornendo il proprio contributo alla “comprensione”, nell’assoluta libertà di essere, o meno, condivisa.

        Piace a 1 persona

  2. Lévis chi? Immagino non sia l’amico di Strauss.
    Ora non mi giudicare per questa risposta, anzi non giudicarmi affatto, perché se ti fossi limitato a leggere ciò che ho scritto anziché interpretarlo avresti capito meglio.
    Io ho specificato che ‘non bisogna cercare la risposta’ , non che ‘non bisogna averla’, ed ho scritto che il fatto di cercarla influenza l’ambiente esterno (il nostro campo di ricerca), ovvero se io cerco la risposta in un dato punto geografico o settore culturale o altro, ovviamente limito le possibilità che la risposta mi giunga o che mi giunga completa.
    Percui diviene arrogante cercare la risposta dopo aver fatto la domanda, altresì attenderla è saggio e da prova di pazienza ed umiltà.
    Qui, ovviamente, non stiamo parlando di una domanda semplice e generica, ma della Domanda principale che deve per forza di cose giungerti e non al contrario te giungere ad essa.
    Non cercarla significa attenderla , non mettergli fretta ma permettergli di giungere nel modo migliore possibile per quelle che sono le nostre attuali capacità di raccogliere tale risposta.
    Non ho forse scritto questo prima?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...