C’è successo e successo?

E’ innegabile (e, forse, persino “naturale”…): “soppesare” le persone in base al successo che hanno ottenuto. Al centro dell’attenzione c’è il “risultato” e, quasi sempre, si perde totalmente di vista il “percorso”, che porta al successo.

excellence-arrow

Oggigiorno, ciò che certamente non manca è la “produzione” di “personaggi”: i cosiddetti VIP. Se ne producono in serie, come le utilitarie, tanto che, molto spesso, sembrano creati in laboratorio, assemblati a tavolino, come il mostro di Frankenstein …

successo

Le cronache rosa traboccano delle “epiche gesta” di star e ministar, che bombardano il web a colpi di tag, post, foto, video, con i quali immortalano “eventi” del tutto normali (come, ad esempio, un matrimonio civile), spacciandoli per fatti epocali. E, questo, per il solo fatto di vedere, come protagonisti, persone cosiddette di successo. Sul buon gusto non si discute: o c’è, o non c’è; ed ognuno di noi si senta libero di coltivarne un’idea del tutto personale…

Sacrificare il proprio “privato” (facendone, in realtà, un business), per darlo in pasto alle masse, è comprensibile (e forse inevitabile), a certi livelli; ma altre volte, di fronte allo sfoggio pacchiano di una agiatezza persino ostentata, quasi “buttata lì”, in nome di una (a volte non si capisce bene “come”), notorietà raggiunta, viene proprio da domandarsi: ma che hanno fatto e chi sono, ‘sti due, per avere avuto tanto “successo”?

Le risposte, spesso, restano deludenti e, francamente, non dissolvono l’interrogativo; pur ammettendo, accettandolo, il rischio, sempre in agguato, di essere tacciati d’invidia.

images

Il successo può senz’altro costituire motivo di vanto; ma non credo che sia sempre un merito, in sé.

C’è un successo ottenuto percorrendo comode (e costose…), scorciatoie; c’è quello che ti piove addosso per una botta di fortuna (quella con la “C” maiuscola, ovviamente); e c’è il successo ottenuto attraverso la caparbietà, lo studio, la costanza, l’umiltà. Ed è questo, io credo, il vero successo: quello che “insegna” qualcosa; che non rischia di durare il tempo di qualche stagione; che non teme confronti, né il “frangersi dell’onda sugli scogli”; che arride, solitamente, a persone veramente “speciali”, originali… Persone determinate, convinte, capaci; persone che hanno saputo aspettare il proprio momento, lavorando sodo, senza scoraggiarsi mai, sempre certe che, prima o poi, la “classe” avrebbe fatto la differenza, con lo sfavillio inutile ed ingannevole di una gloria di cartapesta e tulle…

images (1)

Sono persone che restano se stesse, umili, in ogni circostanza, ben distinguendo la differenza tra un esibire la propria vita (come si farebbe al circo), e raccontarla, con eleganza e discrezione, al proprio pubblico, senza mai dimenticare che, quando si “diventa qualcuno”, nostro malgrado si finisce per diventare, specie per i più giovani, degli “esempi”, ai quali ispirarsi…

Anche perché, non è vero che sia il successo a rendere “stupidi”: con certe “qualità”ci si nasce.

“Non giudicatemi per i miei successi
ma per tutte quelle volte che sono caduto
e sono riuscito a rialzarmi.”

Nelson Mandela

by Roberto Pellegrini

Annunci

5 pensieri su “C’è successo e successo?

  1. Ci pensavo proprio in questi giorni: al di là dei risultati, che non necessariamente poi di per sé danno la felicità, prima di tutto c’è il percorso, che dev’essere sentito e sincero… mi riferisco non solo al successo da vip, ma soprattutto ai successi personali 🙂

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...