Molla l’osso! Non ci penso nemmeno!

“…non farti cadere le braccia, corri forte ma più forte che puoi; non devi voltare la faccia: non arrenderti né ora, né mai…”

Questi versi sono tratti da una nota canzone di Edoardo Bennato (“Non farti cadere le braccia”), che nella sua “leggerezza” ho sempre trovato molto “profonda”, dal momento che indugia su un tema quanto mai delicato: la voglia/necessità di non demordere mai, inseguendo un progetto; “mirando” ad un preciso obiettivo; cercando la strada per la realizzazione di un sogno.

Non importa cosa pensino gli altri delle “mete” che ci preme raggiungere: le “ambizioni” che ciascuno di noi nutre nel cuore hanno “valore” per noi; e questo basta a giustificare la nostra legittima voglia di difenderle ad ogni costo, o, almeno, fino a quando saremo noi a crederci.

ambizioni

Va da sé, è scontato, l’opportunità di riconoscere l’insindacabilità oggettiva di una sorta di “scala di valori” dei “traguardi” possibili: è evidente che un conto è prefiggersi di formare una famiglia, ad esempio, o scalare i duri gradini di una difficile carriera professionale, ed un altro paio di maniche è imporsi di perdere qualche centimetro del giro vita, in un paio di settimane, per affrontare in scioltezza la fatidica “prova costume” a Cesenatico…

Ma questa è un’altra faccenda…

In ogni caso, l’imperativo sia categorico: non mollare mai!

non_mollare_mai_0

Anche quando conoscenti, o colleghi (quasi sempre in buona fede, ci mancherebbe altro), tendono a scoraggiarci; anche quando le nostre forze interiori si affievoliscono; anche quando il dubbio di non farcela sembra fare “capolino”.

Ecco: proprio in quel momento attingiamo alle nostre “riserve” di incrollabile ottimismo e di piena fiducia nei nostri mezzi e tutto tornerà a sorriderci…

tmp978279089708204034

Con buona pace degli immancabili e, direi, squallidi personaggi, da sempre persi nelle nebbie (affollate…), dell’invidia.

Sostenuti e guidati da questo atteggiamento positivo, è molto probabile che, alla fine, la spunteremo, ottenendo ciò che desideriamo e, nel contempo, se le cose andassero… “diversamente”, la consapevolezza di averci provato e creduto con tutte le nostre energie, ci consentirà di sopportare anche l’eventuale urto di una delusione, senza “crollare”, in virtù di una solida capacità di resilienza.

by Roberto Pellegrini

Annunci

4 pensieri su “Molla l’osso! Non ci penso nemmeno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...