L’ottimismo dello struzzo…

La vita è imprevedibile: una vorticosa alternanza di maree, di pesanti salite e velocissime discese, di lunghi silenzi da dimenticare e rare parole da ricordare, di pianti sul cuscino e fragorose risate in compagnia, di gioie luminose da condividere con chi amiamo e momenti di dolore da affrontare da soli… per ritrovarci, magari, in un inatteso abbraccio, in cui non speravamo più. Che non avremmo mai nemmeno cercato…

nd8jyd

Sì: la vita, questa nostra splendida vita è imprevedibile. Ed è questo che ci affascina, e al contempo, a pensarci, ci spaventa un po’. Come tutti i “misteri” che si rispettino.

Eppure dobbiamo abbandonarci nel “mare” profondo dei nostri giorni, di cui non ci è dato conoscere il limite dell’ ”orizzonte”, con un sereno coraggio; lasciandoci trasportare dalle sue “onde”, che sono le emozioni…: le nostre, come quelle di chi amiamo…; come quelle che ci “arrivano dentro” attraverso la pelle, come la carezza della pioggia improvvisa d’estate.

sotto20la20pioggia20sqirlz

Perché sono le emozioni, che ci portano lontano… Perché è per questo che ci sono state donate: per “guidarci”, assecondando il vento dell’ottimismo; andandolo anche a “cercare”, quando non c’è, laddove “nasce” il vento…: nel profondo del nostro cuore.

Ma ottimismo, beninteso, non può e non deve voler significare “incoscienza”, o banale “superficialità”, tipica di chi “brutalizza” la propria esistenza, gettandola in pasto al “nulla”…

ottimismo-pessimismo

Il vero ottimista, quello “saggio”, coi piedi per terra, conosce bene il confine tra “crederci” ed “illudersi”; sa ben distinguere il profumo delle “acque calme”, dal fetore delle “acque stagnanti”… Ed è sempre una differenza determinante, di quelle che decidono la rotta, in navigazione…; come un “punto nave” ben calcolato col sestante ed uno “buttato lì”, in qualche maniera…

5682_1

Dobbiamo sempre valutare con lucidità le situazioni che viviamo, tutte, considerando e riconoscendo quando sussiste davvero un “problema”, un intoppo, ai nostri progetti… Eventualmente avviando le procedure per un piano “B”, ed evitando l’atteggiamento proprio dell’illuso, che, pur di non abbandonare il “salvagente” della propria, comoda, illusione, rifiuta di accettare la realtà, mettendosi nei pasticci (coinvolgendo, spesso, altre persone…), per perdersi nelle sabbie mobili di un progetto oramai fasullo, inutile, fatale.

lasciareemozioni-1024x767

Sono molti, infatti, (più di quanti non si creda, probabilmente), gli individui vittime della “sindrome dello struzzo”, che, per “risolvere” un problema, evitano di affrontarlo, limitandosi, semplicemente, a non considerarlo… Scatenando un devastante effetto domino, di cui nessuno può prevedere le reali conseguenze, soprattutto nell’intimo delle nostre convinzioni…

by Roberto Pellegrini

tumblr_inline_oxjj39kvht1r2xhmf_500

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...