Quando si dice: volere è potere

Lo sa bene Maria Gabriella Campo che, trasferitasi negli anni ’70 sul’Isola di Favignana, cominciò, nel suo tempo libero, a dedicarsi alla realizzazione di un giardino, sfidando tutti e dimostrando che tutto è possibile, anche in un territorio brullo, sferzato continuamente dal vento che non trova ostacoli e dove l’unico terreno fertile per la coltivazione delle piante si trova sotto il livello della strada vicino alla falda acquifera.

isola_di_favignana_040555

Oggi, il Giardino dell’Impossibile, questo è il suo nome, conta oltre quarantamila metri quadrati di orto botanico (la metà dei quali sotto il livello della strada) e raccoglie 300 specie provenienti da tutto il mondo.

prova-se-3

La costanza di Gabriella contrapposta alle solite frasi “Stai perdendo tempo”“Stai buttando via soldi”. “Impossibile far attecchire delle piante su questa terra” ha dato i suoi frutti. Non è stato certo facile e tantomeno immediato, ma oggi questo luogo è un patrimonio da difendere, un museo non solo botanico, ma storico culturale, ricordiamo che con la calcarenite favignanese, impropriamente detta tufo, sono stati costruiti monumenti, case, chiese e palazzi in tutta la Sicilia.

I mastri cavatori hanno tagliato, staccato, caricato e trasportano per tre secoli i blocchi di calcarenite; dall’alto verso il basso, scendendo per pareti a strapiombo, tagliavano la prima fila di blocchi per verticale, in modo da sondare uno strato più profondo e al tempo stesso crearsi lo spazio per scendere più in profondità.

villa-favignana-4

Il Giardino dell’Impossibile si snoda attraverso una serie di gallerie, grotte, cunicoli, cave a cielo aperto dove la calcarenite abbraccia alberi di jacaranda e papiri egiziani, siepi di carissa e ibisco, euforbie africane e yucche, agavi, bouganvillea e ovviamente agrumi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un luogo carico di storia, dove vale la pena stare in silenzio ed … ascoltare il suono della natura primordiale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...