“La perla delle isole e delle penisole”…

… così la definiva Catullo. Stiamo parlando di Sirmione, località rinomata, anche a livello internazionale, per le note proprietà curative della sua acqua termale.

Ubicata sulla sponda meridionale del Lago di Garda, in corrispondenza di una lunga e sottile penisola che divide i golfi di Desenzano e Peschiera, Sirmione gode di ampia fama grazie a scrittori come Catullo, Stendhal, Lawrence e Goethe che ne hanno celebrato nei loro scritti le bellezze artistiche e ambientali.

carte

Oltre, come sopra detto, ospitare un centro termale famoso, Sirmione offre un ricco patrimonio storico e artistico, che comprende i resti di un’antica villa romana della prima età imperiale, conosciuta come le Grotte di Catullo e la Rocca Scaligera.

Inoltre il suo centro storico è caratterizzato da strette vie con i muri di pietra, che regalano scorci veramente suggestivi.

Grotte di Catullo

La maestosa villa romana fu edificata tra la fine del I secolo a.C. e gli inizi del I secolo d.C. su uno sperone di roccia collocato proprio sulla punta estrema della penisola di Sirmione. La villa aveva pianta rettangolare con due avancorpi sui lati corti ed era caratterizzata da lunghi porticati e terrazze aperte lungo gli altri lati, comunicanti a nord con un’ampia terrazza belvedere ombreggiata da una copertura mobile in tessuto detta velarium.

Di essa oggi restano solo alcuni elementi, come le strutture di sostegno. La zona residenziale dell’edificio era ripartita tra nord e sud, mentre la parte centrale era occupata da un vasto giardino.

Le rovine sono conosciute sin dal Rinascimento come Grotte di Catullo perché i vani della villa che erano crollati e che col tempo la vegetazione aveva ricoperto assomigliavano a cavità naturali. Il riferimento a Catullo, invece, deriva dai versi del poeta latino che celebrano Sirmione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Castello Scaligero

Il Castello prende il nome dalla famiglia Della Scala, che nel 1259 dominò per oltre un secolo Verona, il suo territorio e il Garda fino a Sirmione. Bagnato su tutti i lati dalle acque del Lago di Garda, è uno dei castelli scaligeri più completi e meglio conservati in Italia, oltre ad essere un raro esempio di architettura lacustre.

La rocca è costituita da un quadrilatero centrale, con le tre torri angolari, il cortile principale ed il mastio: a questo si addossano due cortili e la darsena, difesa da torri scudate, che racchiude una piccola porzione del lago e che un tempo era il luogo di rifugio della flotta.

Al castello si accede ancora oggi attraverso un ponte levatoio ed il percorso all’interno del castello stesso prevede l’accesso anche ai camminamenti di ronda delle mura e, tramite ulteriori rampe di scale fino in cima al mastio, la torre più alta della fortezza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...