I girasoli di Van Gogh…

… questo unico e meraviglioso giallo che si sta “spegnendo”.

Vincent Van Gogh, praticamente sconosciuto in vita, è diventato un artista celebratissimo dopo la sua prematura scomparsa, da tutti considerato un artista unico e diverso dagli altri. Non ebbe allievi, fu una “meteora” che cambiò il corso della storia dell’arte. Bene diceva Camille Pissarro: “costui o diventerà pazzo, o ci farà mangiare la polvere a tutti quanti. Se poi farà l’uno e l’altro, non sono in grado di prevederlo”.

Logico quindi che da Christie’s a Londra, nella primavera del 1987, bastarono solo 4 minuti e 20 secondi perché uno dei Girasoli di Vincent Van Gogh, andasse venduto e, logico anche, lo scalpore fatto dall’annuncio dello stesso Van Gogh Museum che quel famoso giallo dei Girasoli si stia “spegnendo” virando verso un marrone/oliva.

Quando si parla dei “Girasoli di Vincent Van Gogh”, non ci si riferisce ad un solo quadro, ma ad una serie di undici tele che il pittore dipinse tra Parigi ed Arles, suddivise in due serie (Serie di Parigi e Serie di Arles).

Nel 1888 Van Gogh affittò alcune stanze ad Arles per realizzarvi non solo il suo laboratorio, ma per ospitare una comunità di pittori (progetto che non riuscì a realizzare).

Proprio in quel periodo, mentre stava per allestire la camera per ospitare Paul Gauguin, Van Gogh cominciò a dipingere la seconda serie di tele con oggetto i Girasoli, spinto dalla profonda amicizia che nutriva per Gauguin al quale aveva venduto una tela con due girasoli recisi della serie parigina.

Scrisse al fratello Theo: “Sto dipingendo con la foga di un marsigliese intento a mangiare la zuppa di pesce, cosa che non ti stupirà dal momento che sto facendo dei grandi girasoli… Nella speranza di vivere in uno studio nostro con Gauguin, vorrei fare una decorazione per l’atelier. Niente altro che dei grandi girasoli”.

L’amico arrivò ad Arles a fine ottobre 1888 e il sodalizio tanto sognato da Van Gogh si realizzò, ma non durò a lungo, una sera i due litigarono furiosamente. Vincent minacciò con un coltello Gauguin; poco dopo, preso dal rimorso, si tagliò un orecchio per autopunirsi. Gauguin lasciò Arles immediatamente. Fu la fine di una grande amicizia e l’inizio del declino dell’equilibrio mentale di Van Gogh.

SERIE DI PARIGI

Quattro girasoli appassiti – giugno 1887


Due girasoli appassiti – agosto/settembre 1887
Due girasoli recisi – agosto/settembre 1887
Due girasoli recisi in verde e giallo – agosto/settembre 1887

SERIE DI ARLES

Vaso con tre girasoli – agosto/settembre 1888

Vaso con cinque girasoli – agosto/settembre 1888
Vaso con dodici girasoli – agosto/settembre 1888
Vaso con quindici girasoli – agosto/settembre 1888

SOTTOSERIE DI ARLES

Tre tele realizzate nel 1889, dopo la fine dell’amicizia con Paul Gauguin, in grado di trasmettere struggimento come pochi quadri al mondo.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...