Mini revolution all’Haute Couture

Si è da poco conclusa a Parigi la settimana Haute Couture e, come sempre gli abiti da sogno hanno conquistato gli occhi del mondo: tulli, paillettes scintillanti, preziosi pizzi ed strascichi chilometrici; il tutto presentato in location con scenografie teatrali come non si era mai visto, ma…

… c’è qualche novità, che in modo alquanto evidente, ha rivoluzionato alcuni canoni Haute Couture, facendo respirare un’aria più moderna.

Sulle passerelle, dove solitamente, dilagavano abiti vaporosi o con gonne che, giocate con magistrali asimetrie, lasciavano scoperte le gambe, hanno sfilato completi decisamente più pratici e contemporanei con pantaloni. Così che gli abiti, abitualmente destinati a principesse, first ladies e red carpet diventano decisamente più dinamici, pensati per regine moderne, pratiche ed essenziali.

Tutto cominciò qualche anno fa con Karl Lagerfield che propose nella collezione Chanel degli stivali raso terra, poi alla Maison Dior arrivò Maria Grazia Chiuri che puntò a realizzare collezioni per una donna sì romantica, ma decisa.

Oggi i pantaloni couture spadroneggiano e gli abiti da sera lasciano il passo a smoking ricoperti di paillettes, giacche a coda dalle linee maschili elegantemente arricchiti da pietre e cristalli.

Persino Elie Saab e Gorges Hobeika, famosi per i loro eleganti e voluttuosi abiti principeschi, hanno inserito outfit con pantaloni couture, a seguire Givenchy, Jean Paul Gauthier, Schiparelli, Dior e Azzaro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...