“Ola” Signori, sfila Georges Hobeika

Osservando le creazioni colme di femminilità e di sensualità di Georges Hobeika si stenta a credere che colui che le ha pensate, inizialmente, non aveva in programma di lavorare nell’ambito della moda. Hobeika, infatti, si laureò in Ingegneria Civile, poi completando gli studi frequentando Master in Arte e Design.

Nato in Libano, classe 1962, in una famiglia numerosa, aiutò per hobby la madre sarta che gestiva una boutique, essendo quello fra i fratelli più portato per la moda.

Lo scoppio della guerra civile libanese lo costrinse a lasciare la patria, diretto a Parigi e qui seguì gli stage in Fashion Design e cominciò a lavorare per diverse case di moda, fra le quali Chanel.

Abile nel disegnare gli abiti e con un gusto regale, Hobeika aprì il suo primo atelier nel 1995 a Beirut e, dopo un cammino lungo e tortuoso, solo nel 2001 entrò a far parte della haute couture parigina e da quel momento le sue collezioni, tripudio di alta sartoria ed arte manifatturiera, sono sempre attesissime.

L’ultimo défilé, “andato in onda” durante la settimana Haute Couture di Parigi un paio di settimane fa presso il National Theatre of Chaillot, trae l’ispirazione dalla Francia del XVIII secolo, in particolare da Maria Antonietta e dalla Reggia di Versailles.

Piccoli capolavori in organza di seta, chiffon, raso, crepe di seta e tulle, guanti senza dita e deliziose mini borsine ricoperti di decorazioni e paillettes. Una collezione veramente ritagliata per una regina, realizzata con una tavolozza di colori bellissimi: rosa, blu, menta, arancione, champagne, bianco e nero, con l’aggiunta di abiti magistralmente realizzati per apparire olografici. 

Superbo l’abito da sposa bianco “sporco”, ricoperto di cristalli e completato da un velo con strascico anch’esso decorato con cristalli che sembrava galleggiare in modo etereo dietro la modella, chiudendo uno spettacolo, concedetemi la ridondanza, in modo spettacolare. Un vero abito da regina; del resto, non molti sanno più di regalità di Georges Hobeika.

Tra i suoi clienti spiccano le famiglie reali dell’Arabia Saudita, del Qatar e del Kuwait. Tra le sue fan spiccano celebrities del calibro di Diane Kruger, Eva Longoria, Emily Blunt.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...