Klimt: l’erotismo nella storia dell’arte

Il percorso artistico di Gustav Klimt, escludendo il periodo giovanile, è concentrato esclusivamente sulle figure femminili ed il suo ideale estetico è la trasfigurazione dell’universo femminile attraverso le dinamiche della seduzione.

Le donne ritratte, vere protagoniste, assumono, nel tripudio decorativo di ori e fitte trame, pose accattivanti, hanno languidi sguardi, sono spietatamente erotiche e consapevoli, sembrano condividere la soddisfazione dell’osservatore “invitato”.

“Klimt dipinge la donna del suo tempo. La sua struttura fisica, l’immagine del suo corpo, la plasticità della sua carne, la meccanica dei suoi movimenti, tutto ciò Klimt ha sempre indagato fin nella sua più segreta fibra imprimendolo nella sua memoria. Egli varia il tema femminile nei suoi diversi rapporti con il creato e con la natura, mantenendosi così su un terreno solido e sicuro.  Crudelmente voluttuose o serenamente sensuali, le donne che dipinge possiedono un inquietante fascino. Il tono cangiante dei loro corpi elastici, lo splendore fluorescente della pelle, il taglio angoloso della testa dalla fronte ampia e i capelli rossi e peccaminosi hanno una risonanza profondamente psicologica. Nei ritratti egli realizza figure di donne eleganti, nervose, assetate o sognanti la vita, ma tutte, nonostante le differenze, esistono solo grazie all’opera dell’artista. Klimt però risolve il corpo femminile in magnifiche linee ornamentali come fosse una figura ideale. Ogni accidente, ogni tratto individuale viene rimosso e quel che resta è solo la tipicità pura, la sublimazione della donna moderna”.

Berta Zuckerkandl nel 1907

Ma quale fu il rapporto di Klimt con le donne?

Non si sposò mai e visse con la madre sino alla morte di questa, incarnando alla perfezione il luogo comune dell’epoca secondo il quale ogni relazione esclusiva è nemica dell’arte: la donna risucchia l’energia vitale e grava lo spirito.

Molte però sono state le relazioni che voci viennesi gli attribuirono, relazioni con modelle o committenti, che egli riceveva nel suo studio, un vero harem, circondato dalla natura e da alte mura, dove egli lasciava scorrere liberamente la mano per fermare sulla carta o sulle tele le morbide armonie del corpo femminile e non solo… Chiacchiere a parte, ben quattordici persone, dopo la sua morte dichiararono di essere figli suoi.

Egli ebbe a dire: “Non mi sposo perché provo timore e rispetto di fronte al vero amore”.

Gustav Klimt ritrasse i temi della femminilità e dell’erotismo non solo sulle tele, ma anche nei disegni, nei quali tratti sinuosi tracciano: corpi levigati, amanti intrecciati, donne sole durante la masturbazione, ecc., quasi a voler scoprire il mistero della sensualità femminile. Questi disegni non sono altro che un’anticipazione dell’opera erotica di Egon Schiele del quale Klimt fu mentore.

Con tutto ciò, l’opera di Klimt non si fermò a rappresentare solo l’erotismo delle donne, andò ben oltre, Egli era convinto che la femminilità fosse soggetta ai cicli della natura e per questo ritrasse le sue donne: giovani, durante la gravidanza, in vecchiaia, belle e raggrinzite, cogliendo tutte le forme della loro femminilità ed affidando loro il messaggio della nuova arte dove il fruitore è invitato a farsi partecipe di una rivoluzione artistica e culturale.

2 pensieri riguardo “Klimt: l’erotismo nella storia dell’arte

  1. L’ha ribloggato su Pittura1arte2disegno3 Community Artistica Culturalee ha commentato:
    COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE Facebook+Twitter+Linkedin+ Pinterest Italia+Tumblr+Instagram e qui in WordPress BlogRoll “IL COLORE DE PENSIERI” profilo in PITTURA1ARTE2DISEGNO3 …… INVITO in Allegati : *OMAGGIO A GUSTAV KLIMT* Artista Viennese *PROTAGONISTA DELL’ARTE NOUVEAU E DELLA SECESSIONE VIENNESE* 14 LUGLIO 1862+6 FEBBRAIO 1818 *CELEBRAZIONI DEL CENTENARIO* GRAZIE ,buon proseguimento e navigazione , pittrice artistica Susanna Galbarini in *PITTURARTISTICA 37° ANNIVERSARIO*

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...