Delicatezza-Prepotenza: 1-0

Quante volte vi sarà capitato di riflettere su questo concetto! A me spessissimo ed ogni volta sono giunta alla conclusione che la delicatezza e la gentilezza ottengono molto di più che la prepotenza e la violenza.

Del resto questa morale ci viene dai tempi antichi, infatti già Esopo – che visse in Grecia tra il VII ed il VI secolo a.C. – focalizzò l’argomento in una sua favola dallo stile semplice e chiaro.

Il sole ed il vento

Tanto tempo fa, il sole ed il vento litigarono tra di loro per stabilire chi fosse il più forte ed il più potente tra i due.

La faccenda stava cominciando a preoccupare un po’ tutti… sembra che gli stessi dei dell’Olimpo, riuniti tra di loro a discutere, facessero del loro meglio per convincere i due a sottoporsi ad una prova: al vincitore della gara sarebbe stato dato in premio l’onore di potersi proclamare il più forte e il più potente tra gli esseri che abitano nel cielo.

… dopo lunghissime ed interminabili trattative, venne deciso di considerare vincitore colui il quale fosse riuscito a togliere di dosso i vestiti di un viandante.

Cominciò per primo il vento, il quale iniziò a soffiare vigorosamente per tentare di strappare, con tutta la forza e la violenza di cui era capace, gli indumenti di un ignaro e sfortunato viaggiatore, che si trovava a percorrere un sentiero nelle vicinanze.

Il vento si divertiva ad agitare raffiche e mulinelli per far volare il mantello del viandante, ma l’uomo si serrava addosso i vestiti per proteggersi da quell’improvvisa ondata di gelo.

Il vento allora si scagliò con ancora maggiore impeto su quel povero malcapitato, per cercare di vincere la sfida con il sole. Invano: il viandante, intirizzito dal freddo, prese un altro mantello e si serrò sempre di più addosso i vestiti.

Alla fine, il vento, esausto ed esasperato da quei continui insuccessi, si allontanò con rabbia dalla scena e cedette il posto al suo rivale.

L’astro che fa risplendere le nostre giornate con i suoi raggi caldi e luminosi sfoderò un sorriso furbo e sornione, come se avesse già in mano la vittoria.

Il sole dapprima fece capolino timidamente tra le nubi e cominciò a godersi lo spettacolo; quando l’astro lucente cominciò a far scaldare i suoi raggi, il povero viandante, ancora sfinito per le terribili raffiche di vento che lo avevano tormentato sino a pochi istanti prima, cominciò a togliersi con prudenza il mantello supplementare.

A questo punto il sole iniziò a splendere con più vigore: man mano che passava il tempo, il viaggiatore si rilassò e, dopo aver ripiegato il mantello, riprese a camminare con passo più sicuro e spedito.

Ben presto, però, il caldo si fece più torrido perché il sole sprigionava vampate sempre più forti: il viandante continuò a camminare per alcuni istanti ancora; non potendo più resistere a quell’afa terribile, si spogliò completamente e si tuffò nel fiume che scorreva nei pressi, per fare un bagno rinfrescante.

Il vento fu costretto ad ammettere la sconfitta e, da quel giorno, il sole poté vantarsi di essere il padrone incontrastato del firmamento.

Esopo

Tutto questo ci insegna che nella maggioranza dei casi è più produttivo agire con gentilezza e costanza per ottenere un risultato, infatti mettere in campo violenza ed imposizioni sortisce spesso l’esatto contrario.

Colui che si sente aggredito e pressato tende a mettersi sulla difensiva, al contrario di quello che costantemente stimolato con delicatezza si lascia “condurre” in piena fiducia, ecco perché le persone carismatiche, i grandi leader si contraddistinguono spesso per gentilezza.

2 pensieri su “Delicatezza-Prepotenza: 1-0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...