Museo dell’Opificio delle Pietre Dure…

… un museo un po’ trascurato dai turisti. Chi si reca a Firenze, solitamente non inserisce nel proprio itinerario questa tappa, un vero peccato!

Proprio annesso all’Opificio delle Pietre dure, oggi moderno centro specializzato nel restauro, si trova il Museo, diretta filiazione della manifattura artistica caratterizzata dalla lavorazione delle pietre dure, che fu ufficialmente fondata nel 1588 da Ferdinando I de’ Medici.

La maggioranza delle creazioni più prestigiose – spesso dono da parte dei granduchi fiorentini – si trova conservata nelle regge e nei musei di tutta Europa, a Firenze, nei laboratori di produzione, sono rimaste opere incompiute, o risultato di modifiche e smontaggi successivi, e quanto è sopravvissuto alle dispersioni ottocentesche, che ebbero termine nel 1882 con la musealizzazione della raccolta.

È possibile comunque vedere esemplari di grande suggestione e raffinatezza ed avere un’idea del percorso storico della manifattura che si snoda attraverso tre secoli. Inoltre vi è un’importante riserva di marmi antichi e di pietre dure raccolte in funzione della tecnica del commesso.

Il Museo, ristrutturato nel 1995, segue un criterio tematico: nelle sale ricavate dal salone sono documentate le produzioni del periodo granducale mediceo e lorenese, nelle salette ottocentesche quelle del periodo postunitario. Il piano rialzato del salone è dedicato alle tecniche di lavorazione: dal ricco campionario lapideo, ai banchi da lavoro, agli strumenti, fino alla esemplificazione didattica di alcune fasi di produzione di tarsie e di intagli. Si può in tal modo ripercorrere il processo completo, dall’ideazione all’opera finita, e scoprire i meccanismi più intimi di un affascinante episodio di storia artistica fiorentina.

Il mosaico fiorentino parte da un disegno di base, poi si scelgono le pietre che vengono tagliate con un filo metallo e poi si assembla il tutto in modo che ogni pietra colorata sia perfettamente coordinata alle altre. Ciò fa sì che il risultato cromatico sia sorprendente, tanto da non distinguerlo da una pittura.

Questa tecnica artistica conquistò tutte le corti europee, vale quindi la pena di fare tappa in questo museo che custodisce quest’arte antica e meravigliosa.

Annunci

Un pensiero riguardo “Museo dell’Opificio delle Pietre Dure…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...