L’angolino del… “ripasso”

Inizia oggi la rubrica L’angolino del… “ripasso”, che, senza avanzare nessuna particolare pretesa, sarà semplicemente un “viaggio”, a macchia di leopardo (non ci sarà una precisa scaletta…), tra le infinite regole, i trabocchetti, le particolarità della nostra meravigliosa Lingua Italiana, non per niente, tra le più complicate del mondo…

Potrà essere – chissà – l’occasione, per rinfrescarci la memoria…

Primo caso

Si scrive da o dà?

In realtà dipende da ciò che vogliamo dire!

Quando è voce del verbo dare, scriveremo: .

Esempio: Giorgio mi dà il giornale.

Quando è usato, invece, come proposizione semplice, useremo: da.

Esempio: Sono stato invitato da Katiuscia.

Infine, nel caso in cui si utilizzi come imperativo alla seconda persona singolare, dovremo mettere l’apostrofo: da’

Esempio: Da’ (dai tu!) un quaderno nuovo a tua sorella, per piacere!

Secondo caso

Quando dire ed, o ad, invece che e, o a?

L’uso della cosiddetta D eufonica (in greco: bel suono) è consentito solo nel caso in cui la parola che segue inizi con la stessa vocale.

Esempio: Era felice ed euforica/E’ andata ad Amsterdam

Alla prossima.

…e adesso: INTERVALLO!

a cura di Roberto Pellegrini

Un pensiero su “L’angolino del… “ripasso”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...