Essere stanchi di essere stanchi

Immagino che sia capitato anche a voi – mi si conceda il gioco di parole – di sentirvi stanchi di essere stanchi, in considerazione del fatto che la società che ci circonda è super esigente ed iper stimolante. Di sentirvi persi in quell’isola di Circe dove non si sa più nemmeno chi si è, quale sia il nostro ruolo e soprattutto dove abiti la nostra anima.

Proprio in questi momenti emerge dentro di noi la necessità di ritagliarsi degli spazi, di ascoltarsi, di trovare il tempo per noi stessi, di prendersi cura di noi.

Esserci sempre per i bisogni degli altri va bene sino ad un certo punto, perché si finisce con il vedere solo le necessità degli altri e di non essere più in grado di decifrare le proprie, in un loop senza fine.

Spesso ci si convince che prendersi del tempo per noi stessi possa essere interpretato come una mancanza di rispetto verso chi ci sta vicino, non è affatto così, non dobbiamo sentirci degli egoisti solo per il fatto di aver inserito noi stessi nelle priorità giornaliere.

Come diceva Benjamin Franklin: “se non abbiamo ogni giorno un piano di sopravvivenza, siamo condannati a navigare eternamente alla deriva”.

E se per un giorno non si riesce a fare tutto, poco male, conoscere i propri limiti è sicuramente una cosa ottimale, perché “La mente non ha limiti, ma la stanchezza sì” – Syd Barrett

Un pensiero riguardo “Essere stanchi di essere stanchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...