AAA parcheggio cercasi

Abbiamo tutti fatto il tifo per lo Stato, nelle battaglie (purtroppo tutt’altro che sporadiche), contro i cosiddetti “furbetti del cartellino” (quelli che sono al lavoro, ma vengono fotografati al bar o al mercato, praticamente ubiqui).

Ma forse, se non proprio una battaglia, perlomeno una scaramuccia andrebbe imbastita, per “guardare dentro” ad una categoria di cittadini piuttosto nutrita (anzi, direi proprio “obesa”…): quelli che possono usufruire di permessi di parcheggio speciali, per problematiche legate a una disabilità, propria o di un parente.

Le disabilità, sia ben chiaro, non sono certo piacevoli, né sono poste in discussione in questa sede, ci mancherebbe altro. Quello che mi sembra strano, però, è il dover constatare che spesso queste automobili con permesso siano condotte da aitanti giovanotti, all’apparenza tutt’altro che disabili, che saltano come grilli su e giù per il loro Suv “esentato”, con borse della palestra, trolley da viaggio, cani da compagnia, bionde mozzafiato, eccetera eccetera, senza avere l’assillo (che abbiamo tutti noi comuni mortali), di trovare un parcheggio, al nostro ritorno a casa.

Ma che dici: il permesso è per un parente, mi si dirà: d’accordo, ma perché non lo si vede mai? La questione è delicata, è evidente, ma, forse, varrebbe la pena “indagare”, come mi risulta abbiano già fatto, con inattesi (ma poi non più di tanto…), risultati, per esempio nei comuni di Crotone e Pero (MI).

D’altro canto, personalmente sono convinto che smascherare anche solo un “furbetto” (a qualunque specie o sottospecie appartenga: cartellino, o parcheggio…) rappresenti già un’incoraggiante vittoria. Del rispetto civile, perlomeno.

by Roberto Pellegrini

Annunci

5 pensieri riguardo “AAA parcheggio cercasi

  1. Sì, hai ragione… il tema è davvero delicato e tu lo hai affrontato nella maniera corretta.
    Il problema è che, purtroppo nel nostro paese, si affrontano invece tematiche scottanti con superficialità, scivolando spesso sul piano inclinato delle generalizzazioni. E così, se si beccano uno o due impiegati deficienti della Pubblica Amministrazione, che anziché stare in ufficio se ne vanno al mare con “pinne ed occhiali”, allora si tende a dare addosso a novantotto lavoratori che, nel frattempo, hanno sempre regolarmente timbrato il loro cartellino alla 7 e 30 del mattino e non si sono mai allontanati dal loro posto di lavoro senza regolare permesso, previo recupero. Alla stessa stregua, se un “coatto” utilizza il pass di un suo parente disabile per parcheggiare il proprio SUV, allora chiunque abbia un pass disabili viene guardato quantomeno con sospetto.
    La riflessione s’impone, i controlli devono essere fatti, la logica del buon senso deve, in ogni caso, prevalere.
    Il sillogismo deduttivo (tanto caro agli italiani, specie ai meno ligi) “se uno ruba, allora tutti rubano”, andrebbe messo al bando, altrimenti si rischia sempre d rimanere una spanna indietro rispetto agli altri Paese europei, dove alla base dei rapporti tra cittadini e istituzioni regna la fiducia reciproca e non, invece, la cultura del sospetto.

    Piace a 2 people

  2. Dici bene, è una tematica complessa… conosco il problema di persona, vivo a Bologna dove i parcheggi costano caro e sono pochissimi, specie nel centro storico, e attenzione: non sto giustificando nessuno. In parte capisco chi vede la possibilità di fare il furbo e ne approfitta, se ci fosse più senso civico e qualche norma che incrementi le multe penso che le cose cambierebbero… invece le multe se le prende chi paga il parcheggio ma sfora di 5 minuti. Però ricordo che un furbetto fu beccato: una Ferrari parcheggiata nel posto degli handicap, fotografata e pubblicata sul giornale

    Piace a 2 people

      1. Io sono pessimista in fatto di “questioni italiane” quindi non so quanto conforto posso dare 😂 però i controlli ci sono, il problema è che non sono proporzionati alla quantità di incivili. È come quando a Bologna c’e una partita allo stadio, e la gente parcheggia anche al centro delle rotonde o sugli spartitraffici, potrebbero fare più di un centinaio di multe ma guarda te, non se n’è mai vista una…

        Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...