24 Dicembre

Quest’anno vogliamo farvi i nostri Auguri in un modo un po’ speciale e… siccome in ognuno di noi c’è un piccolo bambino, vogliamo regalarvi una favola di Natale scritta appositamente per l’occasione da Roberto Pellegrini.

Vi auguriamo di dimenticare in questi giorni ogni vostra preoccupazione – piccola o grande che sia – di tornare un po’ bambini e di godere quest’atmosfera natalizia con la stessa felicità con cui ogni bimbo la vive: spensierato e felice, con la speranza di un futuro migliore.

La prima volta di… Babbo Natale

Tantissimo tempo fa, in un paese lontanissimo, viveva un bambino molto buono e diligente.

Mancavano pochi giorni al Natale e faceva davvero molto freddo; nevicava da settimane, tanto che nessuno ricordava di aver mai assistito ad una nevicata così abbondante, prima di allora: le strade erano scomparse sotto una spessa coltre di neve e tutto intorno regnava un silenzio irreale; gli alberi sembravano giganteschi gelati ricoperti di candida glassa di zucchero…

Questa nevicata del tutto eccezionale, in realtà, costituiva un grave problema: l’Ufficio Postale del paese, infatti, era sommerso da migliaia di pacchi e di regali, che avrebbero dovuto essere recapitati a tutti i bambini del Mondo, nell’ormai prossima Notte Santa e l’unico, anziano postino del paese si era ammalato e non sarebbe certo uscito di casa con quel tempaccio, rischiando di finire a gambe all’aria, scivolando su una neve alta così…

Il corpulento Direttore dell’Ufficio Postale era molto preoccupato, per questo…:

Come farò, adesso? -, diceva – Non potremo mai distribuire tutti questi regali, in tempo per Natale… Beh, vorrà dire che, quest’anno, i bambini resteranno senza doni! Pazienza… –

Nell’udire queste parole, quel piccolo bambino ebbe un tuffo al cuore: pensò, infatti, a tutti quei bambini che, vivendo in povertà, non aspettavano altro che la Notte di Natale, per ricevere un balocco e un po’ di felicità…

Ci proverò io! -, disse tra sé, con sincera convinzione.
E così fece: la Notte della Vigilia si infilò di nascosto nel magazzino dell’Ufficio Postale e servendosi della slitta che usava per giocare, riuscì a distribuire tutti i regali, uno ad uno.

E non incontrò nessuna difficoltà, nel trovare tutti gli indirizzi, perché glieli indicò una piccola, luminosissima Stella Cometa, che lo guido tutta la notte, per poi scomparire lontano, lontano diretta a Betlemme.

All’indomani mattina, giorno di Natale, accortosi dell’accaduto il Direttore dell’Ufficio Postale, d’accordo con il Sindaco del Paese, conferì a quell’eroico bambino l’incarico ufficiale di “Postino di Natale” e gli consegnò una bellissima divisa rossa e bianca, con la quale lo avrebbero riconosciuto in tutto il Mondo…

Ancora oggi, quel bambino di allora, che è ormai molto anziano ed ha una morbidissima barba bianca, si commuove nel ricordare quella sua lontanissima, gioiosa prima Notte da… Babbo Natale!

Roberto Pellegrini

Da parte di tutta la Redazione un sentito grazie per essere stati con noi e Tanti Auguri di Natale e Felice Anno Nuovo.

4 pensieri su “24 Dicembre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...