Forma e sostanza

La Verità non può essere “interpretata; non può (né sa), “adattarsi” alle circostanze, perché essa stessa le genera; la Verità ha un suo ruolo e una posizione ben precisi.

Che piaccia o no, va presa così come si pone, dal momento che ad essa non compete, né interessa, qualsiasi concetto di “compiacimento”, che potrebbe derivare dall’essere “accettata”.

La Verità è “forma e sostanza” di sé; esprime ciò che significa in una contemporaneità assoluta e inconfutabile. Per questo, tentare di “modificarne” i contorni, o cimentarsi nell’impresa di alterarne, in qualche modo, i contenuti, significa addentrarsi nei deserti sterili della menzogna.

“La verità trionfa da sola, la menzogna ha sempre bisogno di complici.”

Epittéto

Del resto, come risulta evidente, il rapporto tra Verità e menzogna è lo stesso che sussiste tra “essere” e “apparire”, cioè tra “natura” dell’esistenza e inutile tentativo di alterarne le “regole”.

“Niente è più visibile di ciò che è nascosto.”

Confucio

by Roberto Pellegrini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...