L’appuntamento con l’Haute Couture è diventato digitale

La pandemia ha costretto anche il settore della moda, in particolare dell’Haute Couture – settore considerato intoccabile – a notevoli ripensamenti ed i rituali, che da sempre caratterizzano la settimana Haute Couture e che sono, per così dire, la sua natura, sono stati letteralmente ribaltati o del tutto cancellati.

Questo cambiamento può definirsi veramente rivoluzionario, anche perché ha impattato il calendario della settimana della moda più antica ed attesa a livello internazionale, considerato che la Fédération de la Haute Couture et de la Mode esiste ed opera a Parigi dal 1868.

Quindi non ci è rimasto che accantonare la curiosità di vedere le classiche passerelle ed, ancora condizionati da mascherine e distanziamenti sociali imposti, affidarci al web seguendo interviste e filmati digitali. 

Molto è cambiato, eppure la voglia di creare emerge profonda, si evince la voglia di guardare avanti e di non arrendersi, in attesa che tutto torni ad essere normale … o quasi.

Una cosa certamente non ha subito cambiamenti: l’essenza dell’Haute Couture.

Un capo Haute Couture è il massimo livello di lusso, sia in termini di design che di qualità artigianale. La designazione di alta moda oggi è spesso utilizzata in modi illegittimi: esclusività, autenticità, libertà creativa, tecniche innovative abbinate all’artigianato tradizionale, creano insieme l’ecosistema Haute Couture. 

Il carattere esclusivo di ogni design è molto rigoroso, non si ripete MAI lo stesso design per due clienti, nemmeno se clienti di diversi continenti chiedono lo stesso design. 

L’autentica natura del design Haute Couture è:

  • incontrare il cliente in una conversazione faccia a faccia iniziale sulle sue aspettative, 
  • partire da uno schizzo fatto per una sola persona,  
  • lavorando sul volume degli indumenti sul manichino,  
  • sviluppare i migliori tessuti con i migliori tessitori di fibre naturali
  • disegnando una stampa specifica,  
  • collaborando con i migliori artigiani, 
  • addestrando costantemente il proprio team. 

Le donne sono abituate ad individuare vestiti nei negozi, provarli e quindi decidere di acquistarli. Con l’approccio Haute Couture, il processo è completamente diverso.  

Prima si vede uno schizzo dell’aspetto immaginato, poi si prova un prototipo realizzato in un tessuto bianco semplice e chiaro, solo allora, insieme al cliente, si sceglie il tessuto giusto, la sua trama, la sua sensazione e, naturalmente, il suo colore preciso, le finiture esatte, gli abbellimenti magici. 

L’Haute Couture richiede tempo tra il primo schizzo e il montaggio finale ovviamente, ma quando si acquista un pezzo di Haute Couture, non si sta semplicemente acquistando un capo, ma si sta vivendo anche un’esperienza, un’avventura nel tentativo di esprimere appieno la propria personalità in un capo realizzato proprio su misura e progettato solo per quella persona. 

Tutto questo nessuna pandemia può cambiarlo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...