Se non ti offendi…

Essere più o meno suscettibili, ci rende anche più o meno sensibili alle offese…

In effetti, quello della suscettibilità resta un “confine” piuttosto “ballerino”, tutt’altro che semplice da individuare, proprio perché ciò che io posso percepire come un’offesa, un altro può, magari, considerare una stupidaggine…

Ed è proprio per questo, che una persona suscettibile è anche terribilmente sospettosa, drammaticamente diffidente; talvolta, persino “ridicola”. Certamente vulnerabile.

Ma non ci si può far niente: certe pieghe del carattere ci accompagnano per tutta la vita…

“Offesa” e “insulto”, tuttavia, non sono la stessa cosa; non hanno il medesimo “peso specifico” sulla “bilancia” della nostra sensibilità.

Un “insulto” è qualcosa di molto “diretto”, esplicito, evidente; molto spesso persino volgare, decisamente prosaico. In altre parole: l’insulto non lascia spazio agli equivoci: ci “riguarda” molto da vicino… Ed è esattamente quello che sembra: un “mezzo” per ferirci il più direttamente (e profondamente), possibile.

Per l’ “offesa”, invece, il discorso potrebbe farsi più “fine”, potremmo dire: l’offesa è più subdola, raffinata, sottile; tiene conto dei dettagli, delle sfumature…

Tanto è vero che, non di rado, riteniamo “offesa” una situazione, una circostanza, un atteggiamento, talvolta sull’onda di un’errata interpretazione che, spinti da un equivoco, ne possiamo dare.
Interpretazione che, come si diceva, non è possibile dare all’insulto, già sufficientemente…”chiaro” di suo!

Dovremmo essere così grandi da non offendere e così nobili da non sentirci offesi

Abraham Lincoln

by Roberto Pellegrini

8 pensieri su “Se non ti offendi…

  1. Quello che ho imparato con la mia esperienza è che non si può giudicare nessuno per le emozioni che prova, pertanto che si tratti di un’offesa o di una semplice critica, non esiste una reazione giusta o sbagliata.
    Perché le emozioni, semplicemente, sono una cosa personale e non esiste un parametro di riferimento in merito a ciò che è giusto e ciò che non lo è.
    La cosa importante, alla fine, è sempre mostrare rispetto per chi abbiamo di fronte.

    Piace a 2 people

  2. penso che le persone sensibili siano tutte un po’ suscettibili, secondo me non sempre questo aspetto del carattere deve essere visto come una negatività. Talvolta queste persone sanno esprimere sentimenti ed emozioni in maniera molto più profonda di altre che non lo sono. Diciamo che la varietà della popolazione può rappresentare un valore se visto dalle giuste prospettive..

    Piace a 2 people

  3. “se nessuno, amico o nemico, avrà il potere di offenderti”…sentirsi feriti è umano, sentirsi offesi è segno che qualcosa in noi è carente.
    Le lodi e le offese dovrebbero scivolarci addosso come l’acqua sulle penne di un’anitra, se l’acqua penetra sotto le penne l’anitra annega.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...