La “melodia” della meditazione

Il suo suono suadente e del tutto inconfondibile, evoca un Giappone d’altri tempi, tra personaggi assorti in profonde meditazioni e antichi guerrieri Samurai.

In effetti, questo “salto” indietro nei secoli è solo uno degli effetti che può sortire ascoltare lo Shakuhachi.

Shakuhachi indica genericamente i flauti dritti giapponesi, realizzati in bambù. Read more…

4 pensieri su “La “melodia” della meditazione

      1. È accattivante ed è vero che a volte sentiamo questo strumento nelle arti marziali o nei film asiatici senza vederlo suonare.
        Lo vedo suonare lo strumento ed è sorprendente;
        grazie a te e buona giornata
        Corinne

        Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...