Le Grotte di Castellana

Le Grotte di Castellana sono un complesso di cavità sotterranee di origine carsica, considerate le più spettacolari d’Italia, si trovano i Puglia, più precisamente nel Comune di Castellana-Grotte (BA).

La visita alle Grotte si snoda lungo un percorso di 3 Km: una straordinaria escursione guidata, a circa 70 metri di profondità, in uno scenario stupefacente: dove caverne dai nomi fantastici, canyon, profondi abissi, fossili, stalattiti, stalagmiti, concrezioni dalle forme incredibili e dai colori sorprendenti… danno origine ad una vera e propria magia, un mondo incantato.

La leggenda racconta che dall’imbocco della Grave, la profonda voragine d’ingresso delle grotte, all’imbrunire, uscivano dall’abisso, assieme ai pipistrelli che svolazzavano nei campi a caccia di insetti, dei vapori, ritenuti dai superstiziosi viandanti le anime dei suicidi, che, trovata la morte nella Grave, tentavano inutilmente di salire al cielo.

Molto probabilmente il primo uomo a scendere nella Grave assieme a degli amici fu Vincenzo Longo (1737-1825), ma fu solo nel 1937 che l’Ente Provinciale per il Turismo di Bari richiese all’Istituto Italiano di Speleologia di Postumia l’intervento di un esperto speleologo per compiere un sopralluogo in grotte già conosciute nel territorio allo scopo di una loro utilizzazione turistica.

Il 23 gennaio 1938, dopo aver esplorato cavità di limitato sviluppo e inadatte allo scopo agognato, lo speleologo Franco Anelli si affacciò sull’orlo della Grave. Disceso al fondo della cavità, l’esploratore ne percorse il perimetro e trovò un passaggio che lo portò a raggiungere una seconda caverna in seguito denominata Caverna dei Monumenti. Le esplorazioni proseguirono, ma solo nel 1939 fu scoperta la caverna più maestosa, battezzata la Grotta Bianca.

Essa è una cavità immensa, posta al livello più profondo delle Grotte di Castellana Sembra sostenuta da enormi stalagmiti che sembrano avvolte in pesanti drappi di seta color avorio. Dal soffitto pendono come spade affilate stalattiti trasparenti e lucide dalle dimensioni impressionanti. Bellissime sono le piccole formazioni cristalline che punteggiano il pavimento della grotta, che assomigliano a fiori di vetro. L’alabastro alla luce del sistema di illuminazione ha fatto guadagnare a questa caverna la fama di “grotta più splendente del mondo”.

La magia di queste formazioni nasce dall’acqua di stillicidio che cadendo al suolo lascia, sia sulla volta che sul pavimento, un deposito di carbonato di calcio che permette la crescita delle stalattiti, le formazioni che pendono dal soffitto, e delle sottostanti stalagmiti. Con il trascorrere del tempo il progressivo accrescimento della stalattite e della stalagmite porterà alla loro unione e alla formazione di una colonna.

Oltre a queste forme elementari, esistono molte altre tipologie di concrezionamento, quali le colate e le cortine, dovute allo scorrimento dell’acqua, le concrezioni coralloidi e i cristalli di laghetto, generati in ambiente subacqueo e, infine, le concrezioni eccentriche, che sfidano la legge di gravità, e le perle di grotta, strati successivi di calcite originati attorno ad un microscopico granello di roccia.

Sicuramente non tutti i segreti sono stati svelati: una depressione alla base della parete nord della caverna, scoperta in seguito a dei lavori di ripulitura dell’abisso della Grave, lascia intuire che ci possano essere nuovi angoli da scoprire e nuove cavità da esplorare.

Se decidete di visitarle ricordate che al loro interno la temperatura è di circa 15/16 gradi e che l’umidità è altissima, quindi non dimenticate di indossare scarpe adatte e di portarvi un pile pesante.

5 pensieri su “Le Grotte di Castellana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...