Chanel No. 5 – Buon compleanno!

Correva l’anno 1921 ed il 5 Maggio Madamoiselle Gabrielle Chanel lanciava sul mercato il profumo Chanel No. 5, profumo che sarebbe diventato manifesto di modernità e che avrebbe rappresentato allegoricamente l’eleganza e l’eterna femminilità racchiuse in un bouquet di note olfattive.

Tutto era nato l’anno prima, durante una vacanza di Coco Chanel in Costa Azzurra, quando incontrò Ernest Beaux, profumiere sofisticato, “naso” degli zar e gli commissionò la creazione di un profumo completamente rivoluzionario.

Coco Chanel voleva un profumo che avesse l’odore di sua madre (lavandaia della Provenza), un profumo che odorasse di donna, con un messaggio olfattivo che ricordasse la pulizia, il bucato.

Beaux impiegò due mesi prima di presentare a Coco 10 campioni numerati dall’1 al 5 e dal 20 al 24 e dopo aver avuto un diverbio con il suo assistente che aveva aggiunto alla boccetta 5 una dose eccessiva di aldeide, insomma aveva commesso un errore di laboratorio. Ormai tardi per rimediare Beaux si presentò con i dieci flaconcini in Rue Cambon 31 ed incrociò le dita. Non ci crederete ma la scelta di Coco Chanel cadde proprio sulla boccetta sbagliata: la numero 5. Era nato l’iconico profumo che noi tutti conosciamo.

La sua composizione è frutto di un’ottantina di ingredienti ed il profumo appartiene al gruppo floreale aldeidico. Infatti le note di testa della fragranza sono costituite dalle aldeidi, dall’Ylang-Ylang, dal bergamotto, dal limone e dalla pesca che conferiscono una nota aspra all’intera formula profumata. Si riconoscono inoltre la rosa di maggio ed il gelsomino di Grasse sorretti dal vetiver, dal sandalo, dalla vaniglia e dall’ambra che donano corposità e consistenza al profumo.

Ho lanciato la mia collezione il 5 maggio, il quinto mese dell’anno, lascerò che questo numero gli porti fortuna” ebbe a dire Coco Chanel, sicuramente questo avvenne, considerato che: la fragranza Chanel No. 5 è una delle più apprezzate dalle donne, è stato il primo profumo pubblicizzato in TV, il primo a prendere il nome di uno stilista, il primo ad essere amato dalle star, l’unico ad essere ospitato al MoMa.

Beh, credo che si possa dire che Chanel N° 5 è sicuramente invecchiato bene e concordo con l’affermazione di Jacques Polge (creatore in esclusiva dei profumi Chanel) che dice: “Il N°5 è l’unico esempio di profumo che acquista carattere di singolarità con il passare del tempo. Ogni anno ne aumenta il fascino, il mistero, la profondità“.

Un pensiero su “Chanel No. 5 – Buon compleanno!

Rispondi a Massy Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...