Arte e Natura

Spesso l’incontro fra la genialità dell’uomo e l’imprevedibilità della natura può dare vita a un’affascinante meraviglia ibrida, uno di questi casi è: Il Giardino dei Tarocchi, situato nella splendida Maremma toscana, precisamente a Garavicchio, frazione comunale di Capalbio.

Il Giardino dei Tarocchi è un’opera dell’artista Niki de Saint Phalle realizzata con l’aiuto del marito, lo scultore Jean Tinguely. “Nel 1955 andai a Barcellona e vidi per la prima volta il meraviglioso Parco Güell di Gaudí. Capii che mi ero imbattuta nel mio maestro e nel mio destino: tremavo in tutto il corpo. Sapevo che anche io, un giorno, avrei costruito il mio giardino di gioia, un piccolo angolo di paradiso. Un luogo di incontro tra l’uomo e la natura”. Così l’artista franco-statunitense parla del suo maestoso progetto che si estende per circa due ettari, popolato da figure ispirate agli arcani maggiori dei tarocchi, in tutto 22 statue che ricordano, in forme più giocose.

I colori vivaci e intensi, la predominanza dei contrasti cromatici non è ispirata solo al maestro Gaudì, è facile rivedere le forme di Matisse, Picasso, Kandinskij e Klee.

©Silvia Romano

Ventidue tarocchi si susseguono uno dopo l’altro. Il Mago: per l’artista è la carta di Dio, della creazione e del gioco. La Papessa: grande sacerdotessa del potere femminile dell’intuizione. La Fortuna: rappresentata dalla ruota, ciò che sale inevitabilmente dovrà scendere. Il Sole: non a caso con sembianze di un uccello, quell’animale che più di tutti gli si avvicina. La Giustizia: all’interno del quale Jean Tinguely ha creato una scultura che rappresenta l’ingiustizia e ha poi chiuso la porta con un grosso lucchetto. Gli Amanti, Il Carro, La Luna…

Queste fantastiche strutture sono costruite in acciaio e ricoperte da cemento con vetri, specchi e ceramiche di vivacissimi colori e si possono visitare entrandoci o camminandoci sopra, quindi immergendosi a 360° nell’opera.

Interessante segnalare l’Imperatrice: una grande scultura-abitabile realizzata in figura di Sfinge, con i seni molto prominenti e piccole aperture che fungono da finestre. Al suo interno Niki ha vissuto per alcuni anni, in uno spazio interamente rivestito di frammenti di specchi composto da una camera da letto, un soggiorno, una cucina ed un bagno. Questo spazio, oltre a fungere da abitazione, divenne anche il laboratorio in cui si incontravano tutti coloro che lavoravano a questo progetto.

Con questo giardino fantastico la scultrice coronò il sogno della sua infanzia. Durante il percorso di visita si viene letteralmente trasportati in un mondo surreale arricchito da citazioni, messaggi e pensieri che accompagnano lungo il cammino.

Il Giardino dei Tarocchi è una continua sorpresa, uno splendido connubio fra arte, natura e … spiritualità.

5 pensieri su “Arte e Natura

  1. Bellissimo site specific! Ce ne sono vari almeno in Toscana… il parco delle sculture del Chianti, il Parco Spoerri, la Fattoria Celle… La cosa che trovo meravigliosa è il connubio magico tra arte e natura e il poterne far parte non solo come spettatrice ma come parte del tutto!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...