Coco Chanel continua a risplendere

A pochissimi giorni dall'inizio della settimana Haute Couture parigina voglio rendere omaggio a Coco Chanel, anche in occasione del fatto che ricorrono 50 anni dalla sua morte. Questa donna dedicò la sua vita con slancio e costanza alla creazione di un marchio che, oggi, è un impero del lusso, che crea abbigliamento, profumi, cosmetici e gioielli. Un marchio internazionale con punti vendita in tutto il mondo...

…come l’onda

Il vero “mistero” non è l’amore in sé, antico “sintomo”, della consapevole fragilità dell’esistenza, bensì il “bisogno” stesso di amare; da dove esso tragga le proprie origini; come nasca quell’“elan vital” che ci spinge ad abbandonarci tra le sue braccia…

…il vecchio West

L’altra sera mi sono imbattuto in un film “western”, in bianco e nero: un classico, decisamente datato, incentrato sulla “lotta” tra “visi pallidi” e Indiani d’America. Uno di quei film che oggigiorno fanno quasi tenerezza, con i protagonisti sempre compassati, anche nelle situazioni più “estreme”:...

…quelle due parole

“Mi manchi…”: può capitare, nella vita, di dirlo a qualcuno (non necessariamente un/una partner…): parole intense, profonde; parole che “entrano dentro”, che fanno breccia nel cuore di chi le ascolta. Parole che nono sono mai, “soltanto”, parole…, ma sono molto di più. Suonano come un’ammissione di consapevolezza (non più solo “presumibile”), di una certa “fragilità” dell’anima, ormai, in qualche modo, “dipendente” dalla presenza di un’altra persona (anima…), per poter prendere piena coscienza di uno stato di benessere, finalmente raggiunto. Quel benessere che, talvolta, riesce a sembrarci, senza inutili azzardi, “felicità”…