Morte di un semidio

Achille, il leggendario semidio re di Tessaglia (diretto discendente, per linea paterna, dello stesso Zeus), tra i protagonisti della famigerata guerra di Troia, aveva, com’è noto, un solo punto debole, divenuto proverbiale, che tradiva la sua “mezza” natura umana: un tallone...

31 Rue Cambon

Lo scorso gennaio la Maison Chanel ha inaugurato i suoi nuovi Saloni di Alta Moda progettati dall'interior designer parigino Jacques Grange, che ha dichiarato: "Ho cercato di dare un aspetto glamour, uno spirito ancora più couture a questi saloni. Il progetto si basa sullo studio degli archivi fotografici degli interni dell’epoca. Questi scatti sono stati il punto di riferimento. Mi piace questo tipo di approccio che mi permette di entrare in una storia che conosco molto bene. Ho cercato di rievocare i saloni così come erano una volta, ma aggiungendo un tocco artistico."...

Teatro Giapponese: tradizione e cultura

Non si può pensare di approcciare l’essenza della cultura e della spiritualità del Giappone, senza riferirsi anche al Teatro tradizionale, le cui origini, relativamente recenti, conservano ancora intatto tutto il loro spessore di fascino e suggestione, in grado di “rapire” lo spettatore più attento, per riportalo “indietro” nel tempo…

Correva l’anno…

... 2012 quando il negozio Louis Vuitton di Fifth Avenue si ricopriva di pois di ogni dimensione, mentre poco distante il Whitney Museum celebrava l’artista Yayoi Kusama con una delle più grandi retrospettive mai realizzate su di lei...

Yayoi Kusama: un’Arte che seduce

Il Giappone la considera - a ragione - uno dei più grandi artisti viventi. Le sue opere lasciano incantati, seducono, ammaliano.Di recente, con una sua installazione chiamata “Flower Obsession”, presso la National Gallery of Victoria Triennial di Melbourne, ha coinvolto i visitatori invitandoli ad applicare motivi floreali rossi su pareti, mobili, soffitti o ovunque avessero voluto, riscuotendo un successo incredibile...

Una trasparenza… divina

A una prima occhiata, l’impressione è di trovarsi al cospetto di un corpo pietosamente coperto da un velo leggerissimo, trasparente, quasi “pudico”, nella coscienza della sua triste “missione”; a un’occhiata più attenta e “profonda” l’impressione non cambia, anzi: l’idea che quel velo diafano e quel corpo siano, in realtà, un unico blocco di marmo, appare addirittura “inverosimile”, assurda...