Rinascita

Nella storia della moda italiana ci sono incisi una data: 12 febbraio 1951 ed un luogo: Firenze. Proprio a Firenze, più precisamente nella Villa di Via dei Serragli civico 144, Giovan Battista Giorgini, mercante/antiquario di ritorno dall'America, organizzò quella che viene considera la prima vera sfilata di moda italiana, alla quale vennero invitati anche alcuni giornalisti ...

Parma: Arte e buona tavola

Visitare Parma, significa intraprendere un percorso in grado di appagare il corpo e, forse soprattutto, lo spirito. Riguardo alla buona tavola infatti, il pensiero corre a tre eccellenze, innanzitutto: prosciutto crudo, pasta ripiena, e Parmigiano Reggiano, il tutto “scortato” dagli ottimi vini sui quali questa prodiga terra certamente non lesina...

Villa Margherita Bordighera

Un bellissimo ricordo che forse tale rimarrà. Opere pittoriche - molte di scuola genovese - sculture, arredi, oggetti squisiti, pavimenti in parquet, vetri istoriati, stucchi sopra le porte dei saloni, con affreschi e fregi, tendaggi oro, passatoie rosse, un grande parco curato, tutto come se la reggia rivierasca fosse pronta per l'arrivo della Regina Margherita. Questo ciò che era la Villa prima della sua chiusura nel 2014 a causa del crollo di una parte di un muro lato nord-est a causa delle forti piogge e di conseguenza l'interruzione dell'attività museale...

Lo spettacolo dell’Arte

Il recente show virtuale parigino (ma non solo…), offertoci dall’Haute Coture, a tratti decisamente incantevole (si pensi ad esempio, al superbo lavoro presentato da Mr. Georges Hobeika), nonostante le vincolanti limitazioni imposte dal Covid, ci fornisce l’occasione per tornare su un argomento sempre molto stimolante, sempre attuale: l’Arte...

Sculpteurs de la forme

L'idea di una mostra che unisse due geni indiscussi della storia della moda - Azzedine Alaïa e Balenciaga - venne, pochi mesi dopo la morte del primo e decenni dopo la morte del secondo, a Hubert de Givenchy che si recò presso la Fondazione Alaïa manifestando questo suo desiderio...

Un risveglio… dolcissimo

Apuleio, scrittore latino del II d.C., nel suo romanzo "L'asino d'oro" ne narra la romantica vicenda: Amore, figlio di Venere, inviato dalla madre a controllare una splendida ragazza, Psiche, la cui bellezza era giunta fino alle orecchie della dea, finisce per innamorarsene. La vicenda del tormentato amore tra i due si concluderà con un lieto fine, quando Amore, con un bacio, risveglierà l'amata, caduta, a seguito di una punizione impartitale dalla stessa Venere, in un profondo sonno. Ecco: il geniale scultore Antonio Canova (1757-1822), il "Nuovo Fidia", nella sua opera "Amore e Psiche", appunto, immortala proprio il momento del risveglio della fanciulla, tra le braccia dell'amato...

Sonia Delaunay: tra arte ed artigianato…

... a favore dell'abolizione delle differenze di genere nell'arte e verso la difesa della pari tecnica tra uomini e donne. Sonia Delaunay nacque in Ucraina nel novembre del 1885 in una famiglia benestante, venne adottata da una coppia di zii e studiò in scuole prestigiose, prima a San Pietroburgo ed in seguito in Europa. Sposò nel 1908 il collezionista d’arte Wilhelm Udhe, ma l'infelice unione finì prestissimo e, nel 1910, si risposò con il pittore Robert Delaunay...