Caterina Crepax e le sue poetiche creazioni

Caterina Crepax è figlia d'arte, suo padre Guido era il noto disegnatore di fumetti, creatore della mitica Valentina. Da lui Caterina eredita la passione per il disegno, ma soprattutto l’abilità manuale e la fantasia nel trasformare un semplice foglio di carta bianca in una fantastica costruzione tridimensionale...

L’intramontabile paglietta

La paglietta ha saputo attraversare gli anni con eleganza ed ancora oggi, il suo stile, in parte autentico ed in parte bucolico, continua ad affascinare. Realizzato in paglia, come dice il suo nome, è un cappello rigido dalla cupola piatta e rigida, caratterizzato dalla falda circolare ornata da un nastro di vario colore...

Savon de Marseille

Un passo indietro è indispensabile per collocare nel tempo la nascita del sapone di Marsiglia, famoso ed apprezzato non solo in Francia. L'uso del sapone è molto antico, risale circa al 2800 a.c., se ne è trovata traccia in Iraq dove sono state rinvenute alcune anfore di terracotta contenenti una sostanza molto simile al sapone, ciò indica che in Mesopotamia già lo si conosceva e se ne faceva uso...

Gli incantevoli scialli di Pavlovo-Posad

Da sempre gli scialli sono un accessorio che ogni donna custodisce in più varianti nel proprio guardaroba. La loro versatilità li rende in grado di trasformare un semplice outfit in qualcosa di particolare. Se ne trovano di tantissime fogge e realizzati nei materiali più svariati e sono anche oggetto di collezione, fra le collezioniste famose troviamo Maria Antonietta che ne possedeva oltre sessanta. Oggi parleremo degli scialli russi o meglio degli scialli di Pavlovo-Posad. Tutto ebbe inizio nel 1795 quando un semplice contadino arricchito: Ivan Labsin aprì una piccola fabbrica di seta che si trasformò in fabbrica di scialli solo 40 anni dopo, quando il nipote di Ivan, insieme ad un socio, cominciò a produrli con disegni stampati e non più solo in seta, ma anche di lana...

Le uova: simbolo di rinascita

La tradizione di regalare uova affonda le radici in periodi lontanissimi, si sa che già i persiani, 5000 anni fa, usassero festeggiare il sopraggiungere della primavera, attraverso l'usanza di scambiare uova. La loro forma particolare ha da sempre rivestito un ruolo unico, quasi misterioso ed anche al tempo del paganesimo si riteneva che Cielo e Terra fossero le due metà dello stesso uovo, quindi simbolo di vita...

Maison Lemarié, la Versailles della Moda

Tutto ebbe inizio nel 1880, quando Palmyre Coyette - modista ed abile ricamatrice, ma soprattutto virtuosa donna d'affari - adornava di piume e ricami i cappelli delle nobili signore. L'ineccepibile suo lavoro fece sì che il suo atelier divenisse famosissimo in tutta la Francia e non solo per la lavorazione di piume e ricami. A lei seguì il nipote: André Lamerié che ereditò tutto il patrimonio ed anche la passione per il bello...